23 Maggio 2019

Viale Marsico Duo // ALWAYS DARE

Non rinunciare a provare a fare ciò che vuoi veramente fare. Dove c’è amore e ispirazione non credo che si possa sbagliare.”
Ella Fitzgerald

📆 Giovedì 23 maggio
🕤 21.30
📍 Jazz Club Torino

Sabrina Oggero Viale – 🎙
Alberto Marsico – 🎹


👫 ALWAYS DARE è il progetto nato dall’incontro/scontro tra due grandi musicisti: la cantante Sabrina Oggero Viale, fresca della sua partecipazione al Torino Jazz Festival, e Alberto Marsico, organo hammond, uno dei maggiori esperti europei.

🍽🍽 Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it🍽🍽

____________________
ALWAYS DARE!
Un mònito per ricordarsi di avere il coraggio di osare sempre, ascoltandosi, l’uno con l’altro, correndo il rischio di incontrarsi o di scontrarsi. E’ questo che Sabrina Oggero Viale (voce) e Alberto Marsico (organo Hammond), tentano di fare ogni volta che salgono sul palcoscenico, suonando i grandi classici del jazz e qualche brano originale o della tradizione italiana. La loro collaborazione, fertile e intensa, ha portato alla registrazione del disco “The wedding” (2017), che rappresenta il connubio musicale tra i due artisti, il cui feeling è totale o tale aspira ad essere.
La loro performance è stata definita “un caleidoscopio di suoni e di emozioni, che si muovono tra jazz e soul con
eleganza e un tocco di ironia”.

24 Febbraio 2018

VIALE MARSICO DUO: ALWAYS DARE!

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Always dare!, un mònito per ricordarsi di avere il coraggio di osare sempre, ascoltandosi l’uno con l’altro, correndo il rischio di incontrarsi o di scontrarsi. E’ questo che Sabrina Oggero Viale (voce) e Alberto Marsico (organo Hammond), tentano di fare ogni volta che salgono sul palcoscenico. La loro collaborazione, fertile e intensa, ha portato alla registrazione del disco “The wedding” (2017), che rappresenta il connubio musicale tra i due artisti, il cui feeling è totale o tale aspira ad essere. La loro performance è stata definita “un caleidoscopio di suoni e di emozioni, che si muovono tra jazz e soul con eleganza e un tocco di ironia”.

Voce: SABRINA OGGERO VIALE

Organo Hammond: ALBERTO MARSICO

SABRINA OGGERO VIALE. Il trasporto per la musica è molto forte sin da bambina e si esprime soprattutto attraverso la danza. A 10 anni si avvicina alla chitarra e si approccia per la prima volta al mondo del jazz. A 16 anni i primi concerti come cantante in una cover band pop-rock e qualche anno più tardi l’offerta di due borse di studio dalla Berklee School of Music di Boston, Massachusetts, USA.

Partecipa come finalista ai concorsi: Scrivere in Jazz (Sassari 2014 e 2012), Premio Gianni Basso (Asti 2012), Premio Nazionale delle Arti (Cuneo 2010 e Messina 2009).
Dopo aver frequentato numerose masterclass in Italia e all’estero, si stabilisce a Torino, dove il vivace ambiente musicale la mette in relazione con ottimi musicisti con i quali inizia a collaborare: Fabio Giachino, Stefano Risso, Luigi Tessarollo, Alberto Varaldo, Alessandro Minetto, Alberto Gurrisi, Fabio Gorlier, Luca Curcio, Mattia Barbieri, Erika Sollo, Elena Urru, Barbara Raimondi, Davide Liberti ed altri, tra i quali rivestono un ruolo di grande influenza e guida artistica il chitarrista Roberto Taufic e l’organista Alberto Marsico.
Con Alberto Marsico nel 2014 nasce il duo
Always dare!, collaborazione sempre fertile e intensa che nel 2017 dà vita al disco The Wedding.

Compare come ospite nei dischi: En la orilla del mundo di Giulia Firpo (2016), A Stroll With Me di Rik Parato (2015).

Si esibisce sui palchi del Jazz Club Torino, Biella Jazz Club, Umbria Jazz, Torino Jazz Festival, Miasino Jazz Festival e altri.
Si occupa di didattica della musica e canto dal 2009 e prosegue le sue ricerche sulla materia presso il
Lichtenberger Institut für angewandte Stimmphysiologie di Lichtenberg, Germania.

ALBERTO MARSICO. Alberto Marsico nasce giovanissimo come pianista; ben presto però si innamora dell’organo Hammond, al quale subito si dedica totalmente, anche grazie al privilegio di potersi perfezionare, come organista, sotto la guida di due tra i più prestigiosi interpreti di questo strumento, Jack Mc Duff e Shirley Scott. Queste credenziali gli hanno fatto guadagnare collaborazioni con alcuni dei più grandi nomi del firmamento jazzistico mondiale come Jimmy Cobb, Bobby Durham, Kenny Burrell, Joey DeFrancesco, Jimmy Witherspoon, Jesse Davis, Peter Bernstein e Alvin Queen e, in Italia, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro e Rosario Giuliani.
Spaziando dal blues, al gospel, al soul e approdando infine al jazz, si è esibito in tournée e ha inciso dischi in tutto il mondo: a Los Angeles, San Francisco, Sydney, Bangkok, Singapore, Shanghai, Tokyo, Hong Kong, Londra, Mosca, Oslo, Berlino, Bruxelles, Madrid, Parigi e Amsterdam. In numerosi Conservatori europei e asiatici (Lipsia, Dresda, Enschede, Oslo, Napoli, Singapore) tiene periodicamente seminari didattici.
Nel 2013 e 2014 ha inciso per la prestigiosa etichetta Verve Records due CD con Fabrizio Bosso (Spiritual) e Jeremy Monteiro (Jazz-Blues Brothers).
Al suo attivo vanta sei prodotti discografici da solista e oltre cinquanta in collaborazione con altri artisti.
Da anni Marsico si dedica, attraverso l’Associazione Culturale che ha fondato, all’organizzazione di eventi e corsi musicali: tra tutti va ricordato
We Love Jazz 2008, uno dei più importanti seminari di jazz europei, per il quale ha invitato e coordinato l’attività concertistica e didattica di musicisti quali Benny Golson, Jimmy Cobb, Buster Williams, Joey DeFrancesco e George Cables. Il seminario ha visto la partecipazione di 104 allievi provenienti da tutto il mondo e l’intervento di complessivi 3000 spettatori ai concerti paralleli all’iniziativa.

Nel 2008 ha partecipato ad una puntata della trasmissione “Superquark”, condotta da Piero Angela, in qualità di musicista esperto dell’organo Hammond, del quale può dirsi uno dei massimi specialisti europei.

14 Gennaio 2017

SABRINA OGGERO VIALE & ALBERTO MARSICO DUO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Alway dare!” è il titolo del progetto che Sabrina Oggero Viale e Alberto Marsico portano nei club da qualche anno. Tra standard jazz, swing, soul e un tocco di varietà il feeling tra i due è totale, un caleidoscopio di suoni.

Voce: SABRINA OGGERO VIALE

Organo Hammond: ALBERTO MARSICO

Sabrina Oggero Viale. Scopre il jazz a dieci anni e qualche tempo dopo le vengono offerte due borse di studio dalla Berklee School of Music di Boston, nel Massachusetts. Frequenta numerosi workshop in Italia e all’estero. Si stabilisce a Torino, dove il vivace ambiente musicale la mette in relazione con ottimi musicisti come Fabio Giachino, Roberto Demo, Alessandro Minetto, Alberto Gurrisi, Fabio Gorlier, Luca Curcio, Matti Barbieri, Stefano Risso, Luigi Tessarollo ed altri, tra i quali rivestono un ruolo di grande influenza e guida artistica il chitarrista Roberto Taufic e l’organista Alberto Marsico. Con Alberto Marisco nel 2013 nasce il duo “Always dare!”, collaborazione sempre fertile e intensa. Nel 2015 partecipa come ospite al disco “A stroll with me” del chitarrista Rik Parato. Nel 2016 compare come guest nel disco, prossimo all’uscita, della cantante torinese Giulia Firpo. L’approfondimento sulla musica, sulla voce e sulla didattica vocale è una sua costante.

Alberto Marsico. Nasce, giovanissimo, come pianista, ma ben presto si innamora dell’organo Hammond, al quale si dedica subito totalmente, anche grazie al privilegio di potersi perfezionare sotto la guida dei due più prestigiosi interpreti di questo strumento, Jack Mc Duff e Shirley Scott. Ottiene così collaborazioni con stelle del firmamento jazzistico mondiale, come Jimmy Cobb, Bobby Durham, Kenny Burrell, Joey DeFrancesco, Jimmy Witherspoon, Jesse Davis, Peter Bernstein, Alvin Queen e, in Italia, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro e Rosario Giuliani.

Spaziando dal blues, al gospel, al soul e approdando infine al jazz, si è esibito e ha inciso dischi in tutto il mondo: negli Stati Uniti, a Los Angeles e San Francisco; in Australia, a Sydney; in Asia, a Bangkok, Singapore, Tokyo, Shanghai; in Europa, a Mosca, Oslo, Berlino, Bruxelles, Madrid, Parigi, Amsterdam.

Nel 2013 e 2014 ha inciso, per l’etichetta Verve Records, due cd con Fabrizio Bosso (“Spiritual”) e Jeremy Monteiro (“Jazz-Blues Brothers”).

Ha, al suo attivo, sei prodotti discografici da solista e oltre cinquanta collaborazioni con altri artisti.

30 Novembre 2016

JAM SESSION NIGHT: SABRINA OGGERO VIALE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Scampoli

Ci hanno insegnato che non si butta via niente, così abbiamo deciso di recuperare pezzi di musica, di esperienza, di racconti che erano rimasti, in attesa di essere ritrovati. La nostra musica nasce dall’esigenza di provare a tradurre in suono questi frammenti, senza troppe prestese, come vecchi amici che si raccontano”.

Voce: SABRINA OGGERO VIALE

Pianoforte: FABIO GORLIER

contrabbasso: LUCA CURCIO

Sabrina Oggero Viale. Scopre il jazz a dieci anni e qualche tempo dopo le vengono offerte due borse di studio dalla Berklee School of Music di Boston, nel Massachusetts. Frequenta numerosi workshop in Italia e all’estero. Si stabilisce a Torino, dove il vivace ambiente musicale la mette in relazione con ottimi musicisti come Fabio Giachino, Roberto Demo, Alessandro Minetto, Alberto Gurrisi, Fabio Gorlier, Luca Curcio, Matti Barbieri, Stefano Risso, Luigi Tessarollo ed altri, tra i quali rivestono un ruolo di grande influenza e guida artistica il chitarrista Roberto Taufic e l’organista Alberto Marsico. Con Alberto Marisco nel 2013 nasce il duo “Always dare!”, collaborazione sempre fertile e intensa. Nel 2015 partecipa come ospite al disco “A stroll with me” del chitarrista Rik Parato. Nel 2016 compare come guest nel disco, prossimo all’uscita, della cantante torinese Giulia Firpo. L’approfondimento sulla musica, sulla voce e sulla didattica vocale è una sua costante.

Fabio Gorlier. Consegue il diploma di pianoforte al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino e specializza in pianoforte a quattro mani nel conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria. Frequenta numerosi corsi di specializzazione in pianoforte jazz, armonia e musica d’insieme al Centro Jazz di Torino e svariati corsi internazionali di perfezionamento musicale a Siena. Partecipa a numerose rassegne italiane, tra cui Torino Jazz Festival, Time in Jazz di Berchidda, Mito, Dolomiti Ski Jazz, Time di Sassari, Europa Cantat, il Festival Jazz di Nuoro, Veneto Jazz, Avigliana Jazz Festival, Fiorenza Jazz Festival, esibendosi in teatri importanti come la Fenice di Venezia o l’auditorium Agnelli di Torino. Colleziona esperienze importanti anche all’estero tra Scozia, Irlanda del Nord, Francia, Svizzera, Austria, Ecuador.
Collabora con musicisti di rilievo nel panorama internazionale come B
illy Cobham, Furio di Castri, Diane Shuur, Terell Stafford, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi, Philiph Harper, Tino Tracanna, Roberto Gatto, Gianluca Littera, Giovanni Falzone, Diana Torto, Dino Piana, Gianni Cazzola, Tullio de Piscopo e Attilio Zanchi.

Luca Curcio. Si diploma al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. La sua carriera muisicale parte dal jazz, muovendosi gradualmente verso musica creativa ed improvvisazione libera. Da subito si afferma come compositore e leader dei propri progetti (Luca Curcio 4et, Latitudes, Numbers). Collabora con diversi artisti del panorama italiano ed internazionale come Andy Sheppard, Jon Balke, Patrice Heral, William Parker, Eugene Chadbourne, Kresten Osgood, Dimitri Mospan, Andrea Manzoni, Jesper Thilo, Andrea Ayassot, Ben Allison, Joel Holmes, Alessandro Lanzoni,Fabrizio Bosso, Luca Santaniello, Emanuele Cisi e Dado Moroni. Si è esibito in tutta Europa e oltre, salendo sui palchi importanti tra cui Torino Jazz festival, Piacenza Jazz, Nuoro Jazz in Italia, Copenhagen Jazz Festival, Vinterjazz e Mooment in Danimarca, Jazzblag in Polonia e Verbier festival in Svizzera. La musica lo ha portato in tour in Russia, Turchia, Francia, Enghilterra, Tunisia, Spagna, Belgio, Olanda, Germania, Polonia, Svizzera, Danimarca e Austria.