22 Aprile 2018

TORINO JAZZ MEETINGS // PREMIO INTERNAZIONALE MASSIMO URBANI

– Ore 20.00 Cena tipica marchigiana (prezzo: 35 euro): una cena di solidarietà con i prodotti tipici di Camerino, con l’obiettivo di promuovere i prodotti enogastronomici del territorio colpito dal sisma e con una raccolta fondi per sostenere la realizzazione della finale di Camerino.

– Ore 21,30 – Inizio selezione dei candidati, con l’accompagnamento del Fabio Giachino trio

Fabio Giachino, piano
Davide Liberti, basso
Ruben Bellavia, batteria

– Ore 23 – Jam session finale

Il Premio Internazionale Massimo Urbani
Il Premio Internazionale Massimo Urbani di Camerino è il prestigioso concorso internazionale per solisti jazz giunto alla XXII edizione. Fondato da Paolo Piangiarelli e con la direzione organizzativa di Daniele Massimi dell’Associazione Musicamdo Jazz, si svolge ogni anno nel mese di giugno a Camerino e si avvale della collaborazione del Comune di Camerino, della Regione Marche, dell’Università degli Studi di Camerino, di Umbria Jazz, Nuoro Jazz, TAM Tutta un’Altra Musica, Marche Jazz Network, I-Jazz.
Il concorso, nato con lo scopo di onorare la memoria del leggendario sassofonista romano Massimo Urbani, ha l’obiettivo di individuare giovani jazzisti emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica, ha un passato glorioso. Negli oltre 20 anni di storia ha incoronato vincitori prestigiosi musicisti jazz tra i quali: Rosario Giuliani, Gianluca Petrella, Dino Rubino, Nico Gori, Francesco Cafiso, Claudio Filippini, Alessandro Lanzoni.

Dopo il sisma. Il nuovo progetto
Il sisma. Il sisma del 30 ottobre 2016 ha raso al suolo la città di Camerino privando i cittadini della loro città, un gioiello di arte, storia e architettura e il Premio Urbani è rimasto senza casa. Nel 2018 il Premio deve trovare energie e inventiva per portare avanti la sua lunga e importante tradizione. Gli organizzatori intendono scrivere una nuova pagina della manifestazione. Una pagina che sappia non solo salvare il concorso ma addirittura rilanciarlo con rinnovata energia.
Il nuovo progetto. Nel 2018 il progetto chiama in causa altre realtà, templi indiscussi del jazz italiano e internazionale. Il Premio diviene itinerante per dare la possibilità a Camerino di presentare la propria storia anche fuori sede. In questo viaggio il concorso chiede ospitalità ai jazz club e il concorso diventa un percorso attraverso l’’Italia. La prima selezione del tour diventa parte integrante di Torino Jazz Meetings ed è in programma presso il Jazz Club Torino, domenica 22 aprile. Segue la selezione romana, presso il Ballad Caffè di Roma, il 29 aprile. Il tour si concluderà con le finali di Camerino, venerdì 8 e sabato 9 giugno.
Il Premio Massimo urbani sarà anche l’occasione per condividere sapori e cucina delle zone colpite dal tragico terremoto delle Marche. A corollario dell’evento musicale nel jazz club verrà organizzata una cena di solidarietà con i prodotti tipici di Camerino, con l’obiettivo di promuovere i prodotti enogastronomici del territorio colpito dal sisma e con una raccolta fondi per sostenere la realizzazione della finale di Camerino.
Le giurie saranno composte localmente con la presidenza del responsabile del club. I due presidenti delle giurie locali faranno parte anche della giuria finale a Camerino.

17 Febbraio 2017

RUBEN BELLAVIA TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Batteria: RUBEN BELLAVIA

Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

Sax tenore: VALENTIN CONUS

Il Ruben Bellavia Trio, di nuovissima formazione, prende il nome dal batterista.

Le composizioni, per la maggior parte originali, hanno una doppia anima jazz – rock e acustica – elettronica, con l’incursione di elementi di musica classica, minimalista e contemporanea.

Il trio inciderà un disco d’esordio per l’autunno 2017.

15 Dicembre 2016

FABRIZIO BOSSO FT. FABIO GIACHINO TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Fabrizio Bosso è uno dei trombettisti jazz più acclamati al mondo. Conosciuto e apprezzatissimo a livello internazionale, suona la tromba da quando aveva cinque anni. Ha frequentato il Conservatorio di Torino, la sua città, e si è diplomato a soli 15 anni. Ha suonato classica, jazz, pop, spiritual, latino, gospel, portando in ogni genere la propria personale interpretazione.

Tromba: FABRIZIO BOSSO

Pianoforte: FABIO GIACHINO

Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

RBatteria: RUBEN BELLAVIA

La sensibilità artistica di Fabrizio Bosso, unita al trio di Fabio Giachino, crea un’alchimia unica, caratterizzata da una forte energia ed un interplay continuo, tenendo sempre viva l’attenzione del pubblico.
Il trio di Fabio Giachino nasce nel 2011 e ha ha registrato tre album: “Introducing Myself” con Rosario Giuliani (2012), ”Jumble Up” (2014) e “Blazar” (2015). I primi due sono stati inseriti entrambi tra i “100 Greatest Jazz Album” rispettivamente del 2012 e 2014 secondo la rivista JazzIT.
Giachino è risultato primo  in tutti i maggiori premi italiani a livello Internazionale e Nazionale: Premio Internazionale Massimo Urbani 2011, Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011, Revelation of the year 2011 (JazzUp Channel) ed è stato inoltre votato tra i primi dieci pianisti italiani nei “JazzIt Awards” dal 2011 al 2014 secondo il referendum della rivista JazzIt. Inoltre, numerosi sono i riconoscimenti ottenuti dal trio, tra cui il recente inserimento tra i primi dieci gruppi italiani secondo il referendum popolare “JazzIT Awards” 2013 e 2014, il Premio Speciale come “Best Band” al Bucharest International Competition 2014 (EuropaFest), il premio Fara Music Live 2012 come miglior gruppo e miglior nuovo talento (Fabio Giachino), il 1° Premio al Barga Jazz Contest 2012 e il primo classificato al Premio Carrarese 2011 indetto dal Padova Porsche Festival.

“Ho conosciuto Fabio qualche anno fa – racconta il trombettista Fabrizio Bosso – suonando come ospite del gruppo Jazz Accident e fin da subito ho capito che stava nascendo un grande talento. Credo che i progressi che ha fatto in questi ultimi anni siano notevoli. In quanto alla tecnica questo musicista non ha nulla da invidiare ai migliori pianisti della scena jazz internazionale, coadiuvato da una ritmica sempre pronta ad assecondare i suoi input musicali.”

 

Prezzo: 10 euro

        5 euro per chi fa cena al club