19 Ottobre 2017

ACCIDENTAL TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it.

Sax tenore: DARIO TERZUOLO

Contrabbasso: MAURO BATTISTI

Batteria: MARCO LUPARIA

L’Accidental Trio nasce dall’incontro (o meglio scontro) di tre musicisti tanto diversi quanto simili fra loro.
La loro musica è caratterizzata da standard stravolti e riarrangiati alla costante ricerca di un linguaggio comune fra i tre strumenti; sulle orme di grandi come Joe Henderson, Sonny Rollins e Joe Lovano.

13 Luglio 2017

DI GREGORIO TASCHINI QUINTET (FT. RICCARDO ZEGNA, MAURO BATTISTI E LUIGI BONAFEDE)

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Sax tenore e soprano: Franck Taschini

Sax tenoree soprano: Gigi Di Gregorio

Pianoforte: Riccardo Zegna

Contrabbasso: Mauro Battisti

Batteria: Luigi Bonafede

La collaborazione di Gigi Di Gregorio e il sassofonista monegasco Franck Taschini dura da diversi anni. Il quintetto si presenta con musicisti d’eccezione con cui si sono condivise numerose avventure musicali e festival in Italia e in Europa. Riccardo Zegna e Luigi Bonafede sono musicisti di grande esperienza e di riferimento per le nuove generazione e Mauro Battisti è ormai riconosciuto tra i contrabbassisti più rappresentativi nel panorama nazionale. Il repertorio prevede alcune composizioni originali condivise con Harold Danko nel tour della scorsa estate e oltre a standards rivisitati, composizioni firmate da Di Gregorio, Taschini , Zegna e Bonafede.

Gigi Di Gregorio. Ha partecipato a Music China a Shanghai, Eurojazz di Ivrea, Jazz Festival Borja, Spagna, Monaco Jazz Chorus, Jazz Italiano a Antibes, Mercedes Jazz Festival, Ventimiglia Jazz, Due Laghi Jazz Festival di Avigliana, , Monte Carlo Jazz Festival, Mosca Music Kermesse e diverse altre rassegne. Il nuovo album live con Harold Danko è stato segnalato negli Usa nel Ballots Jazz Pool 2015 da Lars Kart former Bown Beat e Chicago Tribune.

Franck Taschini. Nato a Monaco, ha iniziato gli studi di sassofono classico, per poi passare al jazz sotto la guida di Roger Grosjean. Molto attiva la sua collaborazione con musicisti francesi: nei gruppi di Jacques Ferrandez, il quartetto di Linus Olsson, il recente progetto “Miles a bordo” con François Chassagnitte, Linus Olsson, Laurent Sarien e Piergiorgio Marchesini. Collabora inoltre con Eddy Gaulein Steff e nel 2008 ha suonato nell’ensemble “Costa Azzurra Big Band” che ha ospitato Pietro Tonolo, Flavio Boltro, Mario Stanchev, Philippe Petrucciani.

Riccardo Zegna. Ha partecipato al Festival internazionale del Jazz di Sanremo nel 1982 e nel 1985, alla Gran Parade du Jazz di Nizza nel 1983 e nel 1985 e a Umbria jazz nel 1983 e nel 1985. Realizza al contempo numerose registrazioni discografiche con vari solisti italiani e stranieri. Nel 1995 ha realizzato come pianista arrangiatore la registrazione del musical “Un Americano a Parigi” di Gershwin. Nel 1997 realizza “Andalusa”, per piano solo, e successivamente “Greendolphin street” live in Siena, con un trio a suo nome, edito da Splash record. Recentemente ha costituito il gruppo “Inside Jazz through Classic”, con il quale ha registrato il lavoro di sua composizione “Piccolo valzer” per Egea record. È stato per anni docente di Jazz al conservatorio “Ghedini” di Cuneo.

Mauro Battisti. Ha partecipato a numerosi Jazz Festival: Umbria Jazz, Pescara Jazz, Roma Jazz Image di “Villa Celimontana”, Percfest di Laigueglia, Sant’Anna Arresi, Roccella Jonica, San Remo Jazz.Si è inoltre esibito in Danimarca, Lussemburgo, Svezia (Kristianstad jazz festival), Polonia (Jazz Jamboree), Svizzera, Libano (Heineken EuroJazz Festival di Beirut), Germania (Jazz festival di Dresda e Berlino), Pristina-Kosovo (The Return Festival), Scozia (Fringe Festival di Edimburgo), Turchia (Jazz Festival di Smirne), Australia (Manly Jazz Festival) e negli U.S.A.

Luigi Bonafede. Si è jazzisticamente formato nella seconda metà degli anni settanta al “Capolinea” di Milano, dove ha avuto modo di incontrare i più noti e rappresentativi jazzisti italiani, in particolar modo Larry Nocella, che ha influenzato in maniera determinante la sua vita e la sua carriera. Ha partecipato come leader di propri gruppi ai più Importanti festival nazionali e internazionali: Umbria jazz, San Remo, Pescara, La Spezia, Alassio, Ciak di Milano, Siena, Grande Parade du Jazz di Nizza, Jazz Jamboree di Varsavia, festival di Dhurarn (North Carolina), Montreaux, Amsterdam, Belgrado, Parigi.