28 Agosto 2019

Maurizio Cuccuini // 2nd TAKE Quartet

✅ Un drumming unico nel suo stile
✅ Considerato uno dei maestri italiani della batteria

Dopo il successo ottenuto durante il Torino Jazz Festival torna sullo stesso palco il maestro Maurizio Cuccuini 🥁 con il suo nuovo…

2nd TAKE QUARTET ✌

Maurizio Cuccuini – Batteria
Alfonso Domenici – Sax alto e soprano
Guido Canavese – Pianoforte
Mirko Scarcia – Contrabbasso

ON STAGE:
📆 Mercoledì 28 Agosto
🕤 21.30
📍 Jazz Club Torino

🍽 Prenota il tuo tavolo per il DINNER IN JAZZ (cena & spettacolo live) compilando il form sul sito www.jazzclub.torino.it o lasciando un messaggio in segreteria allo 011/882939 🍽

_____________________________
2nd TAKE QUARTET
Perseverare nella ricerca. Ecco il senso di un gruppo che unisce alla passione per il jazz Il piacere di una nuova collaborazione e
l’esperienza di anni di musica insieme. L’idea di formare una band che tenesse conto delle esperienze passate e facesse da trampolino di lancio verso un sodalizio artistico e musicale sempre più fecondo è ben sintetizzato dal nome del gruppo: durante le registrazioni in studio a
volte capita che un brano registrato successivamente sia suonato con più relax della versione precedente, e quel relax è il valore aggiunto che spesso i musicisti ricercano.

_____________________________
Maurizio Cuccuini

Batterista dal 1988, si è esibito in club, rassegne e festival jazz in Italia, Olanda, Francia, Belgio, Svizzera, Austria, Spagna, Carabi e Montecarlo.
Dal ‘90 suona in Trio con il pianista Riccardo Ruggieri e il contrabbassista Alessandro Maiorino.Ha fatto parte del Five for Tyner diretto dal pianista Luigi Bonafede,del quintetto di Rossana Casale.
Attualmente fa parte del Riccardo Ruggieri Trio e Quartet, del trio di Massimo Artiglia, del trio di Sergio Di Gennaro, collabora con i pianisti Alessandro Collina (dal 2007) e Guido Canavese (dal ‘96),collabora inoltre con i sassofonisti Paolo Porta (dal ‘92), Claudio Chiara (dal ‘98) e Massimo Baldioli (dal 2009).

Ha collaborato con: Gary Bartz, Larry Nocella, Steve Grossman, Dawn Mitchell, Lucio Terzano, Furio Di Castri, Rachel Gould, Pietro Tonolo, Antonio Farao, Riccardo Zegna, Carlo Atti, Emanuele Cisi, Dale Barlow, Jack Walrath, Emmanuel Bex, Claudio Chiara, Marco Micheli, Stephan Schertler, Paolo Birro, Peter Guidi, Flavio Boltro, Sandro Gibellini, Rosario Bonaccorso, David Boato, Dado Moroni, Roberto Regis, Fabrizio Bosso.

23 Settembre 2017

MAURIZIO CUCCUINI AFFINITY QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Batteria: MAURIZIO CUCCUINI

Sax tenore e soprano: DARIO TERZUOLO

Chitarra: ENRICO DEGANI

Contrabbasso: ALESSANDRO MAIORINO

Affinità come concordanza, somiglianza di idee, parentela. Quattro musicisti, ognuno con la propria sensibilità e il proprio percorso musicale, si riuniscono per suonare in un gruppo che li rappresenta e li stimola grazie al comune sentire verso il jazz e la vita.

20 Settembre 2017

RICCARDO RUGGIERI CELLO QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Pianoforte: RICCARDO RUGGIERI

Violoncello: MANUEL ZIGANTE

Contrabbasso: ALESSANDRO MAIORINO

Batteria: MAURIZIO CUCCUINI

Riccardo Ruggieri. Pianista, compositore e batterista. Nell’arco della sua attività professio-nale, dal 1988 ad oggi, si è esibito in numerosi concerti in club, rassegne e jazz festival in Italia e all’estero. Ha guidato gruppi a suo nome come il quartetto con il sassofonista Paolo Porta e il quintetto con i sassofonisti Carlo Atti ed Emanuele Cisi. Ha fatto parte di molte formazioni tra le quali il Porta-Bosso Quintet (1° premio al concorso Summertime in Jazz, 1994), il Jimmy Owens & Giulio Capiozzo Group, il Rachel Gould Quintet, l’Harold Land Quartet, il Gianni Cazzola Bop Quintet. Ha collaborato inoltre con molti musicisti di fama internazionale come Larry Nocella, Steve Grossman, Luigi Bonafede, Paula West, George Brown, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Rosario Bonaccorso, Benjamin Henocq, Pietro Tonolo, Billy Hart, Rossana Casale, Tony Scott, Gary Bartz, Jake Langley, Kellye Gray e molti altri. Nel 2000 ha vinto con il suo quartetto il 1° premio al concorso Barga Jazz. Attualmente è leader del Riccardo Ruggieri Trio (con Maiorino e Maurizio Cuccuini) e del Riccardo Ruggieri Quartetto (con Maiorino, Cuccuini e il sassofonista Massimo Baldioli) e fa parte del RBR Trio con la cantante Marianna Rinaldi e Baldioli, del quartetto del contrabbassista Mario Tavella, con il sassofonista Claudio Chiara e Luigi Bonafede alla batteria e del Gibellini-Maiorino-Ruggieri-Trio (alla batteria) con Sandro Gibellini alla chitarra e Maiorino al contrabbasso).

Manuel Zigante, nato a Roubaix nel 1963, si è diplomato in violoncello con il massimo dei voti al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, studiando con Renzo Brancaleon e Amedeo Baldovino. È membro fondatore del Quartetto d’Archi di Torino sotto la guida di Piero Farulli e del compositore György Kurtág, con il quale svolge un’intensa attività concertistica presentando tutti i capisaldi del repertorio dal barocco al contemporaneo. In ambito jazzistico collabora con il sassofonista Claudio Chiara (ha partecipato alla registrazione del CD “Early Morning”) e il trombettista Giorgio Li Calzi (il progetto “Solaris” presentato a MITO 2015 si è poi trasformato in un cd e in un balletto). Amante della montagna, con l’amico Giuseppe Gavazza e la guida naturalistica Marco Pozzi ha ideato una serie di passeggiate musicali con violoncello ed elettronica in Val di Susa. È membro fondatore del gruppo 8 violoncelli di Torino. È spesso chiamato a sostenere il ruolo di primo violoncello in varie orchestre. Docente di Quartetto al Conservatorio di Torino, è stato per dieci anni assistente di Piero Farulli alla Scuola di Musica di Fiesole.

Alessandro Maiorino. Si affaccia sulla scena musicale nel 1990 svolgendo da subito un’intensa attività concertistica sulla scena jazz, rock e pop ed è presto segnalato dalla critica. Compositore autodidatta, perfeziona i suoi studi allo “Sweelinck Conservatorium” di Amsterdam, affiancandosi da subito ai più noti gruppi olandesi e sudamericani. Partecipa a festival e rassegne jazz in Italia e all’estero collaborando con grandi artisti come Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Steve Grossman, Manu Chao, Paul Jeffrey, Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Dado Moroni, Roberto Gatto, Sheryl Bailey, Gianni Basso, Stephane Belmondo, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Jeff Boudreaux, George Brown, Rossana Casale, Jesse Davis, Elton Dean, Dena De Rose, Sangoma Everett, Antonio Faraò, Tiziana Ghiglioni, Billy Hart, Michele Hendricks, Eliades Ochoa, Dick Pearce, Enrico Pieranunzi, Larry Schneider, Gary Bartz e altri ancora. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche. Al suo attivo numerose sono le incisioni discografiche.

Maurizio Cuccuini. Inizia l’attività professionale nell’88. Si è esibito in Italia e all’estero in club, rassegne e festival jazz internazionali. Tra le collaborazioni principali figurano la Little Big Orchestra e la Bonaband dirette dal pianista Luigi Bonafede, il quintetto della cantante Rossana Casale e il quartetto della cantante Francesca Oliveri. Ha noltre suonato con grandi musicisti come Larry Nocella, Steve Grossman, Dawn Mitchell, Lucio Terzano, Pietro Tonolo, Antonio Faraò, Riccardo Zegna, Dale Barlow, Jack Walrath, Emmanuel Bex, Marco Micheli, Stephan Schertler, Paolo Birro, Flavio Boltro, Sandro Gibellini, Claudio Chiara, Paolo Porta, Fulvio Chiara, Rosario Bonaccorso, David Boato, Aldo Mella, Marco Vaggi, Renato Chicco, Dado Moroni, Kellye Gray, Jake Langley, Gary Bartz e altri. Attualmente è leader dell’ On Time Quartet (con il sassofonista Roberto Regis, la contrabbassista Isabella Rizzo e il pianista Guido Canavese). Premi: SUMMERTIME IN JAZZ – 1°premio con il Porta-Bosso Quintetto nel 1994, BARGAJAZZ – 1°premio con il Riccardo Ruggieri Quartetto nel 2000.

4 Agosto 2017

MAURIZIO CUCCUINI TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Batteria: MAURIZIO CUCCUINI

Sax tenore, flauto: DARIO TERZUOLO

Contrabbasso: ISABELLA RIZZO

Colleghi da alcuni anni in svariate formazioni, Maurizio Cuccuini (ormai un veterano del jazz con 29 anni di carriera alle spalle) e due giovani talenti del jazz, Dario Terzuolo ed Isabella Rizzo, si sono riuniti in questa band senza strumenti armonici per ampliare al massimo le potenzialità di interplay e ricerca sonora che questo tipo di formazione offre. Il tipico feeling del jazz e la comune matrice bebop sono il collante che permette ai componenti del trio di esprimersi con grande libertà pur rispettando il ruolo del proprio strumento.

1 Luglio 2017

ROBERTO PEDROLI TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it


Pianoforte: ROBERTO PEDROLI

Piero Cresto-Dina Contrabbasso: PIERO CRESTO-DINA

Maurizio Cuccuini Batteria: MAURIZIO CUCCUINI

Tre musicisti di jazz a Torino, cresciuti artisticamente negli anni Ottanta, calcando i palchi e i locali storici della loro città: dal Capolinea alla Contea, dalle Ginestre al Dottor Sax. Storie, percorsi ed esperienze diverse che hanno trovato un punto in comune oggi in una nuova formazione. La matrice è sempre il jazz, ma la scelta del trio é quella di rivisitare brani di autori meno battuti, seppure importanti, come Petrucciani, Lyle Mays, Jarret, Dado Moroni. Con la particolarità di qualche original e, ovviamente, senza dimenticare la tradizione.

 

11 Marzo 2017

RICCARDO RUGGIERI TRIO FT. MANUEL ZIGANTE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Pianoforte: RICCARDO RUGGIERI

Contrabbasso: ALESSANDRO MAIORINO

Batteria: MAURIZIO CUCCUINI

Il trio del pianista Riccardo Ruggieri con Alessandro Maiorino al contrabbasso e Maurizio Cuccuini alla batteria è una longeva formazione che si è sempre distinta per la ricerca di un sound strumentale e di insieme e per uno stile solido di moderna concezione ma innervato di swing, espressività e energia. Il trio vanta inoltre una grande esperienza come sezione ritmica in formazioni che hanno visto avvicendarsi nel tempo musicisti come Steve Grossman, Gary Bartz, Rachel Gould, Kellye Gray, Carlo Atti, Emanuele Cisi, Jack Langley, Fabrizio Bosso e altri.

Riccardo Ruggieri. Pianista, compositore e batterista. Nell’arco della sua attività professio-nale, dal 1988 ad oggi, si è esibito in numerosi concerti in club, rassegne e jazz festival in Italia e all’estero. Ha guidato gruppi a suo nome come il quartetto con il sassofonista Paolo Porta e il quintetto con i sassofonisti Carlo Atti ed Emanuele Cisi. Ha fatto parte stabilmente di molti gruppi tra i quali il Porta-Bosso Quintet (1° premio al concorso Summertime in Jazz, 1994), il Jimmy Owens & Giulio Capiozzo Group, il Rachel Gould Quintet, l’Harold Land Quartet, il Gianni Cazzola Bop Quintet. Ha collaborato inoltre con molti musicisti di fama internazionale come Larry Nocella, Steve Grossman, Luigi Bonafede, Paula West, George Brown, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Rosario Bonaccorso, Benjamin Henocq, Pietro Tonolo, Billy Hart, Rossana Casale, Tony Scott, Gary Bartz, Jake Langley, Kellye Gray e molti altri. Nel 2000 ha vinto con il suo quartetto il 1° premio al concorso Barga Jazz. Attualmente è leader del Riccardo Ruggieri Trio (con Maiorino e Maurizio Cuccuini) e del Riccardo Ruggieri Quartetto (con Maiorino, Cuccuini e il sassofonista Massimo Baldioli) e fa parte del RBR Trio con lacantante Marianna Rinaldi e Baldioli.

 Alessandro Maiorino. Si affaccia sulla scena musicale nel 1990 svolgendo da subito un’intensa attività concertistica sulla scena jazz, rock e pop ed è presto segnalato dalla critica. Compositore autodidatta, perfeziona i suoi studi allo “Sweelinck Conservatorium” di Amsterdam, affiancandosi da subito ai più noti gruppi olandesi e sudamericani. Partecipa a festival e rassegne jazz in Italia e all’estero collaborando con grandi artisti come Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Steve Grossman, Manu Chao, Paul Jeffrey, Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Dado Moroni, Roberto Gatto, Sheryl Bailey, Gianni Basso, Stephane Belmondo, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Jeff Boudreaux, George Brown, Rossana Casale, Jesse Davis, Elton Dean, Dena De Rose, Sangoma Everett, Antonio Faraò, Tiziana Ghiglioni, Billy Hart, Michele Hendricks, Eliades Ochoa, Dick Pearce, Enrico Pieranunzi, Larry Schneider, Gary Bartz e altri ancora. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche. Al suo attivo numerose sono le incisioni discografiche.

Maurizio Cuccuini. Inizia l’attività professionale nell’88. Si è esibito in Italia e all’estero in club, rassegne e festival jazz internazionali. Tra le collaborazioni principali figurano la Little Big Orchestra e la Bonaband dirette dal pianista Luigi Bonafede, il quintetto della cantante Rossana Casale e il quartetto della cantante Francesca Oliveri. Ha noltre suonato con grandi musicisti come Larry Nocella, Steve Grossman, Dawn Mitchell, Lucio Terzano, Pietro Tonolo, Antonio Faraò, Riccardo Zegna, Dale Barlow, Jack Walrath, Emmanuel Bex, Marco Micheli, Stephan Schertler, Paolo Birro, Flavio Boltro, Sandro Gibellini, Claudio Chiara, Paolo Porta, Fulvio Chiara, Rosario Bonaccorso, David Boato, Aldo Mella, Marco Vaggi, Renato Chicco, Dado Moroni, Kellye Gray, Jake Langley, Gary Bartz e altri. Attualmente è leader dell’ On Time Quartet (con il sassofonista Roberto Regis, la contrabbassista Isabella Rizzo e il pianista Guido Canavese). Premi: SUMMERTIME IN JAZZ – 1°premiocon il Porta-Bosso Quintetto nel 1994, BARGAJAZZ – 1°premio con il Riccardo Ruggieri Quartetto nel 2000.

Per l’occasione verrà ospitato, per una parte del concerto, il violoncellista Manuel Zigante, solista classico e membro fondatore del glorioso “Quartetto di Torino”. Verranno eseguiti alcuni brani di Riccardo Ruggieri e un omaggio ad Andrea Allione, grande chitarrista scomparso nel 2013.

Manuel Zigante, nato a Roubaix nel 1963, si è diplomato in violoncello con il massimo dei voti al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, studiando con Renzo Brancaleon e Amedeo Baldovino. È membro fondatore del Quartetto d’Archi di Torino sotto la guida di Piero Farulli e del compositore György Kurtág, con il quale svolge un’intensa attività concertistica presentando tutti i capisaldi del repertorio dal barocco al contemporaneo. A partire dal 2011 fa parte dello Strange Trio, in cui collabora con il compositore Giuseppe Gavazza (elettronica live) e il contrabassista Paolo Borsarelli. In ambito jazzistico, ha collaborato con il sassofonista Claudio Chiara. Amante della montagna, sempre con l’amico Giuseppe Gavazza e la guida naturalistica Marco Pozzi ha ideato una serie di passeggiate musicali con violoncello ed elettronica in Val di Susa. È membro fondatore del gruppo 8 violoncelli di Torino. È spesso chiamato a sostenere il ruolo di primo violoncello in varie orchestre. Docente di Quartetto al Conservatorio di Torino, è stato per dieci anni assistente di Piero Farulli alla Scuola di Musica di Fiesole. Suona un violoncello Joseph Dall’Aglio del 1831.