7 Febbraio 2019

From Paris // SUZY RANDRIA!

Soul, Jazz, R’n’B: ospite in esclusiva sul nostro palco per una serata imperdibile una delle migliori eredi moderne del grande canto afroamericano. Suzy è considerata globalmente la figlia spirituale di Nina Simone, Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Aretha Franklin, Tina Turner, l’erede di tutte le dee e le dive del Rhythm’n Blues e del gospel.

SUZY RANDRIA QUINTET:

Suzy Randria – voice
Fulvio Albano – tenor sax
Philippe Martel – piano
Christophe LeVan – bass
Philippe LeVan – drums

Originaria del Madagascar, autentica showwoman, Suzy ha iniziato la sua carriera in tenera età. Che si tratti di blues, jazz, soul o pop, la cantante francese è a suo agio in tutti i generi, anche se il jazz è sempre stato il suo segno distintivo. Ha iniziato a cantare a casa e poi in chies, dove suo nonno era un predicatore. “Ho iniziato a cantare da bambina. Tutto è iniziato con inni evangelici”, ricorda la cantante. Più tardi, ha perfezionato i suoi studi musicali, trasferendosi in Francia dove è stata accolta come musicista e cantante di grande talento e successo.

La affiancano in questo concerto Fulvio Albano, tenorsassofonista e fondatore del Jazz Club Torino, il trio del pianista franco-canadese Philippe Martel, con i fratelli LeVan al basso e batteria.

🍽🍽 Prenota il tuo tavolo per il DINNER IN JAZZ (cena & spettacolo live) compilando il form sul sito www.jazzclub.torino.it o lasciando un messaggio in segreteria allo 011/882939🍽🍽

INGRESSO: 7 €

2 Febbraio 2019

Samoa Wedding Trio + Morciano Dj Set

Samoa Wedding Trio 🎶
_______________________________________
Da lungo tempo sulla scena musicale, si tratta di un progetto caratterizzato da proposte artistiche poliedriche e mai scontate, eseguendo brani propri o standard badando sempre a favorire scelte esecutive frutto dell’atto creativo istantaneo e dell’estro dei singoli componenti, realizzando performace mai scontate e sempre imprevedibili che non lasciano indifferenti il proprio pubblico, sia occasionale, sia di affezionati

Marco Confalonieri – pianoforte
Roberto Gelli – contrabbasso
Andrea Quattrini – batteria

DINNER IN JAZZ 🍽🍽
________________________________________
E’ la cena più musicale della città! Godetevi il nostro menù, ricco di proposte sia moderne che tradizionali, e accomodatevi a due passi dal palcoscenico.

Prenota il tuo tavolo compilando il form sul sito www.jazzclub.torino.it o lasciando un messaggio in segreteria allo 011/882939🍽🍽

Morciano 🎧
________________________________________
Autentico mattatore delle nostre serate, con lui la black music diventa PARTY. E’ cresciuto a pane e La Febbre Del Sabato Sera.

27 Gennaio 2019

Sugar Push Workshop & Night

Un giorno speciale per gli amanti del boogie woogie! Domenica 27 gennaio il Carma riceverà SILVAN ZINGG, il leggendario pianista di jazz, blues e boogie woogie!

🔥 Conferenza sul boogie woogie – ACCADEMIA CARMA
🔥 Lezione di musicalità per ballerini – ACCADEMIA CARMA
🔥 Workshop di boogie woogie per principianti – JAZZ CLUB
🔥 Concerto e ballo libero con il Silvan Zingg trio e dj set di Mr/7 – JAZZ CLUB

// Possibilità di partecipare separatamente ad ognuno degli incontri //

✯︎✯︎✯︎

⭐️ PRIMA PARTE ⭐️

📍 Conferenza e lezione presso il Centro Accademico Carma Torino, via Giannone 10 -Torino

⏰ 15.00 – 16.30 CONFERENZA “IL MIO MONDO DEL BOOGIE WOOGIE” CON SILVAN ZINGG AL PIANOFORTE
Che cos’è il boogie woogie? Genere musicale o ballo? Quando nasce e dove? Storie e curiosità, esempi musicali, aneddoti dai tour di concerti.

⏰ 17.00 – 18.30 LEZIONE DI MUSICALITÀ PER BALLERINI
Come fanno i ballerini ad interpretare al meglio questa musica meravigliosa? Come fanno i ballerini ad esprimersi al meglio e caratterizzare gli accenti musicali?

// COSTO //
30 euro per la sola conferenza oppure per la sola lezione di musicalità
50 euro per entrambi

📅 PRENOTAZIONE: info@accademiacarma.it / tel 011539909 – 3346485194

✯︎✯︎✯︎

⭐️ SECONDA PARTE ⭐️

📍 Serata al Jazz Club Torino, piazza Valdo Fusi

⏰ 20.30 – 21.00 WORKSHOP DI BOOGIE WOOGIE per principianti assoluti con Mirko e Irene

⏰ 21.00 – 1.30 CONCERTO CON BALLO LIBERO AL JAZZ CLUB CON IL SILVAN ZINGG TRIO (Silvan Zingg al pianoforte, Valerio Felice alla batteria, Nuno Alexandre al contrabasso) E DJ SET DI MR/7
Pista libera da subito.

// Ingresso up ✌ you! //

✯︎✯︎✯︎

Silvan Zingg – Boogie Woogie Piano

I media internazionali lo chiamano “l’ambasciatore svizzero del boogie woogie”. «Silvan suona come se venisse da St. Louis – potrebbe essere il mio fratello di Blues!» esclama Chuck Berry, la legenda del rock’n’roll del suo pianista.

Acquisisce la sua esperienza musicale in Svizzera ed all’estero. Dalla sua più giovane età fu ispirato dai grandi pianisti blues degli anni trenta. Il suo talento e la sua passione per la musica lo portano ad esibirsi su palchi di quaranta paesi nel mondo (Europa, USA, Russia, Asia e Medio Oriente). Lo stile di Silvan Zingg è caratterizzato da un grande swing, groove e virtuosità. Passa con destrezza dal boogie woogie al blues e al jazz con variazioni di diversi generi musicali.

Silvan Zingg si è fatto un nome nel genere, suonando con Chuck Berry, Katie Webster, Sammy Price, Memphis Slim, Champion Jack Dupree, Pinetop Perkins, per citarne alcuni.

In seguito al suon incontro con Claude Nobs si é esibito nell’estate del 2011 al Montreux Jazz Festival a fianco di B.B. King, Carlos Santana e John McLaughlin.

Nel 2013 Silvan Zingg vince il premio germanico PINETOP AWARD.

26 Gennaio 2019

Memorial Day // Zarrinchang Trio

🎼 ZARRINCHANG TRIO

Sara Zarrinchang – Contrabbasso, app sonora

Gianluca Palazzo – Chitarra, effetti, loop station

Fabrizio Fiore – Batteria

Nella serata della Commemorazione dell’Olocausto, lo Zarrinchang Trio passerà attraverso l’argomento con levità ma senza superficialità, sensibilizzando alla memoria del passato perchè non si ripeta in alcun futuro, attraverso la bellezza e la capacità dell’arte di allontanare l’essere umano dal brutto, anche quando lo ritrae.

Un trio che, con salde radici nella tradizione, percorre le strade delle nuove tendenze del jazz. Brani originali e standard, giochi improvvisativi, quadri sonori dipinti attraverso una loop station, effetti, apps sonore e tre strumenti, in un impasto soffice e delicatamente speziato. Innovazione nella tradizione.

Prenota il tuo tavolo per il DINNER IN JAZZ (cena & spettacolo live) compilando il form sul sito www.jazzclub.torino.it o lasciando un messaggio in segreteria allo 011/882939.

________________________________________________
Sara Isobel Zarrinchang

Inizia a studiare contrabbasso a 29 anni al Conservatorio “G. Verdi” di Torino. A farle da mentore il grande Furio Di Castri, caposaldo del contrabbasso jazz internazionale. Entra da subito a far parte di piccole formazioni jazz, popolari e cantautoriali, come di collettivi sperimentali. Presta il suo cognome al trio soltanto per il suo significato, che in iraniano significa “Artigli/Mani/Arpa d’oro”.
________________________________________________
Gianluca Palazzo

Inizia a suonare chitarra classica all’età di 12 anni sotto la guida di Francesco Zizzi.
Si avvicina al jazz recentemente seguendo I seminari di Antonio Ciacca e studiando da autodidatta. Ha la possibilità di studiare successivamente con Rob Luft e Dario Chiazzolino. Attualmente segue il biennio di jazz al conservatorio di Torino e studia composizione con il maestro Furio di Castri.
________________________________________________
Fabrizio Fiore

Autodidatta dall’età di 13 anni, si avvicina alla batteria per gioco e riceve i primi insegnamenti dal padre batterista. Ben presto decide di intraprendere lo studio dello strumento sotto la guida del Maestro Michele di Monte presso la Scuola di musica “Il Pentagramma” di Bari, rivelando da subito un innato talento per la musica e una grande versatilità nei diversi stili.
Successivamente, sempre sotto la guida del padre, nasce il suo amore per il jazz grazie all’ascolto dei più grandi batteristi della storia come Max Roach, Kenny Clarke, Sidney Catlett, Buddy Rich, Elvin Jones, Gene Krupa e inizia a frequentare le jam session suonando e collaborando con diversi musicisti della
realtà musicale pugliese quali: Guido Di Leone, Paola Arnesano, Nicola Pannarale, Giuseppe Bassi, Andrea Gargiulo, Vittorio Bruno, Mike Rubini, Giuseppe Venezia, Attilio Troiano
Donatello D’Attoma e frequentando seminari e masterclasses con artisti di fama internazionale .
Inoltre, perfeziona il suo stile con il batterista napoletano Pierluigi Villani e continua la sua esperienza di studio frequentando numerose masterclass e seminari tra i quali Siena Jazz 2016 dove gli viene conferita una borsa di studio per i seminari di Nuoro Jazz 2017.

“La bellezza salverà il mondo” – Cvetan Todorov

INGRESSO LIBERO

24 Gennaio 2019

Let’s Sea Music // Red Oysters Night

 

Un’esperienza unica per assaporare la musica di Linda Messerklinger in compagnia dei sommelier delle ostriche fresche di Red Oyster Italy.

Special Guest: Gin Mare 🍶

Red Oyster Italy
__________________________________________________
È la prima azienda in Italia specializzata nell’apertura di ostriche fresche. I sommelier delle ostriche, riconoscibili dal loro abbigliamento realizzato ad hoc, aprono le ostriche ‘sul posto’, le offrono personalmente agli ospiti e li intrattengono con preziose informazioni riguardanti questo straordinario dono del mare.

Formula consigliata:
3 ostriche + GinMare Tonic = 12 €.

Linda Messerklinger // SHAPE_SHIFT
__________________________________________________

In SHAPE_SHIFT l’attrice Linda Messerklinger gioca ad esplorare l’idea di essere umano come entità mutante, essere vasto che contiene moltitudini. Una performance intima e surreale fatta di musica, parole e immagini, tramite cui Linda si circonda virtualmente di artisti come Patti Smith, Laurie Anderson, Bjork ed altri esploratori della vita.
Sul palco con lei, Luca Vicini, anche produttore del progetto, Alessandro Bianchi e Beatrice Zanin.

Gin Mare
__________________________________________________
Gin Mare è un gin mediterraneo aromatizzato con basilico, timo, rosmarino, agrumi, oliva Arbequina.

Prenotazione consigliata
📞
Jazz Club 011 882939
Red Oysters Italy 333 543 1656

14 Gennaio 2017

SABRINA OGGERO VIALE & ALBERTO MARSICO DUO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Alway dare!” è il titolo del progetto che Sabrina Oggero Viale e Alberto Marsico portano nei club da qualche anno. Tra standard jazz, swing, soul e un tocco di varietà il feeling tra i due è totale, un caleidoscopio di suoni.

Voce: SABRINA OGGERO VIALE

Organo Hammond: ALBERTO MARSICO

Sabrina Oggero Viale. Scopre il jazz a dieci anni e qualche tempo dopo le vengono offerte due borse di studio dalla Berklee School of Music di Boston, nel Massachusetts. Frequenta numerosi workshop in Italia e all’estero. Si stabilisce a Torino, dove il vivace ambiente musicale la mette in relazione con ottimi musicisti come Fabio Giachino, Roberto Demo, Alessandro Minetto, Alberto Gurrisi, Fabio Gorlier, Luca Curcio, Matti Barbieri, Stefano Risso, Luigi Tessarollo ed altri, tra i quali rivestono un ruolo di grande influenza e guida artistica il chitarrista Roberto Taufic e l’organista Alberto Marsico. Con Alberto Marisco nel 2013 nasce il duo “Always dare!”, collaborazione sempre fertile e intensa. Nel 2015 partecipa come ospite al disco “A stroll with me” del chitarrista Rik Parato. Nel 2016 compare come guest nel disco, prossimo all’uscita, della cantante torinese Giulia Firpo. L’approfondimento sulla musica, sulla voce e sulla didattica vocale è una sua costante.

Alberto Marsico. Nasce, giovanissimo, come pianista, ma ben presto si innamora dell’organo Hammond, al quale si dedica subito totalmente, anche grazie al privilegio di potersi perfezionare sotto la guida dei due più prestigiosi interpreti di questo strumento, Jack Mc Duff e Shirley Scott. Ottiene così collaborazioni con stelle del firmamento jazzistico mondiale, come Jimmy Cobb, Bobby Durham, Kenny Burrell, Joey DeFrancesco, Jimmy Witherspoon, Jesse Davis, Peter Bernstein, Alvin Queen e, in Italia, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro e Rosario Giuliani.

Spaziando dal blues, al gospel, al soul e approdando infine al jazz, si è esibito e ha inciso dischi in tutto il mondo: negli Stati Uniti, a Los Angeles e San Francisco; in Australia, a Sydney; in Asia, a Bangkok, Singapore, Tokyo, Shanghai; in Europa, a Mosca, Oslo, Berlino, Bruxelles, Madrid, Parigi, Amsterdam.

Nel 2013 e 2014 ha inciso, per l’etichetta Verve Records, due cd con Fabrizio Bosso (“Spiritual”) e Jeremy Monteiro (“Jazz-Blues Brothers”).

Ha, al suo attivo, sei prodotti discografici da solista e oltre cinquanta collaborazioni con altri artisti.

15 Settembre 2016

MARCELLO PICCHIONI SOLO

Possibilità come sempre di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it.

 

Appassionato di musica fin da bambino, Marcello Picchioni, dopo gli studi classici al Conservatorio, si orienta verso l’improvvisazione blues, funk e latin, spinto dall’ascolto di artisti e gruppi americani più in voga negli anni ‘80, come Ray Charles, Stevie Wonder, George Duke, Chick Korea, Weather Report, ecc.

Nel frattempo, l’aver visto, da adolescente, l’impressionante Dado Moroni dal vivo, unita all’ascolto di grandi Maestri come Oscar Peterson, Herbie Hancock, McCoy Tyner, Monty Alexander, Michel Petrucciani ed altri, lo conduce verso uno studio sempre più devoto e analitico nei confronti dell’improvvisazione, dell’armonia musicale e dell’approccio jazzistico in generale.

Nel 2008 diventa pianista della “Big Borgo Band” diretta dal Maestro Claudio Capurro e le sue esperienze musicali si moltiplicano, fino a portarlo sul palco di alcuni importanti Festival Jazz nazionali come Sorrento Jazz, Alassio Jazz, Villa Celimontana Jazz, Nervi Jazz, Tuscia in Jazz, Roma Jazz – Auditorium PdM, Serravalle Jazz Outlet, Laigueglia Jazz Festival e altri, all’interno di formazioni che spaziano dal trio alla big band.

In questi anni inizia anche a svolgere attività didattica in alcune delle più prestigiose scuole di musica genovesi, come “CDM”, “Giuseppe Conte”, Art Gallery “In-Satura”, “Cre-Artis”.

Nel 2012 si diploma in Pianoforte e Composizione Jazz (con 110 e lode) al Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida dei Maestri Dado MoroniFurio Di CastriEmanuele Cisi e Giampaolo Casati.

Ha frequentato masterclass e corsi di studio conJoey DeFrancesco, Ira Coleman, Donald Vega, Carl Allen, Benny Golson, John Taylor, George Cables, Dado Moroni, Paolo Fresu, Andrea Pozza, John Surman, Enzo Zirilli, Claudio Capurro, Roberto Pronzato, Gianluca Tagliazucchi, Massimo Faraò, Emanuele Cisi, Giampaolo Casati, Furio Di Castri, Ettore Fioravanti, Aldo Zunino ed altri.

Ha suonato con: Phil Woods, Carlo Atti, Dado Moroni, Rosario Giuliani, Bobby Durham, Scott Hamilton, Tullio de Piscopo, Claudio Capurro, Byron Landam, Jerry Weldon, Enzo Zirilli, Alessio Menconi, Furio di Castri, Emanuele Cisi, Marco Fadda, Joanna Rimmer, Alberto Malnati, Giampaolo Casati, Michael Campagna, Piero Leveratto, Aldo Zunino, Alfred Kramer, Fabrizio Cattaneo, Giampiero Lobello, Stefano Riggi, Luca Begonia, Stefano Guazzo, Rodolfo Cervetto, Felice Reggio, Barbara Raimondi, Armando Corsi, Gaetano Fasano, Davide Liberti, Ruben Bellavia, Luca Biggio, Mario Principato, Matteo Mammoliti, Daviano Rotella, Riccardo Barbera, Massimo Currò, Stefano Ronchi, Lorenzo Capello, Gianni Denitto, Max Rolff, Folco Fedele, Pietro Martinelli, Michele Anelli, Annamaria Sotgiu, e molti altri.

Discografia (sideman):

Tullio De Piscopo, “Tango Para Mi Suerte” (Namina Records, 2009, Track 6);
– Luca Falomi, “Viens Voir” (Orange Home Records, 2010);
– Stefano Ronchi, “I’m Ready” (Blues, 2011);
– Enrico Testa, “Chromatic Life” (Orange Home Records, 2012);
– Enrico Testa, “Easy and Funny” (2014);

8 Settembre 2016

SERGIO DI GENNARO TRIO

(Possibilità di prenotare per cena lasciando un messaggio allo 011882939 o sull’apposito form qui sul sito).

 

Piano: SERGIO DI GENNARO

Batteria: MATTIA BARBIERI

Contrabbasso: MARCO PICCIRILLO

 

Sergio Di Gennaro svolge un’assidua attività concertistica in club, rassegne e festival, sia con progetti a suo nome che come sideman in Italia e in Europa.

Tra i numerosi nomi con cui Sergio ha suonato e collaborato troviamo Enrico Rava, Dusko Goykovich, Flavio Boltro, Furio Di Castri, Fabrizio Bosso, Denise King, Tony Match, Gianni Basso, Emanuele Cisi, Giampaolo Casati, Enzo Zirilli, Gianluca Petrella, Riccardo Fioravanti, Luciano Milanese, Gianni Cazzola, Alessandro Minetto, Mauro Battisti, Aldo Zunino, Alberto Gurrisi, Luigi Tessarollo, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Adam Pache e Mattia Barbieri.

 

3 Settembre 2016

DEGANI RIZZO RUGGIERI TRIO

(Possibilità di prenotare per cena lasciando un messaggio allo 011882939 o sull’apposito form qui sul sito).

Chitarra: ENRICO DEGANI

Contrabbasso: ISABELLA RIZZO

Batteria: RICCARDO RUGGIERI

 

Tre diverse generazioni si incontrano per dare origine a un trio inedito. Enrico Degani alla chitarra, Isabella Rizzo al contrabbasso e Riccardo Ruggieri alla batteria propongono un concerto in cui brani originali si alternernano a classici del jazz.

Enrico Degani (chitarra). Laureato con lode in chitarra classica e chitarra jazz al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, frequenta numerose masterclass tra cui SienaJazz e RomaJazz e vince borse di studio con artisti come Frank Gambale, Anders Jormin, Lionel Loueke, John Taylor, Eric Harland, Franco D’andrea e Michael Blake. Ha suonato in numerosi festival e rassegne (TorinoJazzFestival, CopenhaghenWinterJazzFestival, SirenFestival, GamlestadenJazzfest in Sweden e altri), club e teatri (Teatro Parenti di Milano, Teatro Vittoria di Torino, il NefertitiJazzClub di Göteborg e altri) proponendo concerti tra jazz, classica e contemporanea.

Isabella Rizzo (contrabbasso). Ha frequentato seminari con Eddie Gomez, John Webber e Steve Kirby. Suona con molti musicisti jazz in varie formazioni, dal duo alla big band. Si è esibita in vari Jazz Festival italiani (Fridau Jazz Winter in Gressoney, Torino Jazz Festival e altri) ed in diversi jazz club e teatri (Caveau de la Huchette a Parigi, Autor de minuit et midi a Parigi, Babel cafè a Parigi e altri). Nel 2012 ha suonato all’Italian Jazz Days a New York ed al Trumpets Jazz Club a Montclaire, in New Jersey. Nel 2013 è salita sul palco in Canada (Orbit room – Winnipeg) e a New York (Shell’s Bistro, Greenwich Village Bistro).

Riccardo Ruggieri (pianista, compositore e batterista). Nell’arco della sua attività professionale, dal 1988 ad oggi, si è esibito in numerosi concerti in club, rassegne e jazz festival in Italia e all’estero. Ha guidato gruppi a suo nome come il quartetto con il sassofonista Paolo Porta e il quintetto con i sassofonisti Carlo Atti ed Emanuele Cisi. Ha fatto parte stabilmente di molte formazioni tra le quali il Porta-Bosso Quintet (1° premio al concorso Summertime in Jazz, 1994), il Jimmy Owens & Giulio Capiozzo Group, il Rachel Gould Quintet, l’Harold Land Quartet, il Gianni Cazzola Bop Quintet. Ha collaborato con molti musicisti di fama internazionale come Larry Nocella, Steve Grossman, Luigi Bonafede, Paula West, George Brown, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Rosario Bonaccorso, Benjamin Henocq, Pietro Tonolo, Billy Hart, Rossana Casale, Tony Scott, Gary Bartz, Jake Langley, Kellye Gray e molti altri. Nel 2000 ha vinto con il suo quartetto il 1° premio al concorso Barga Jazz. Attualmente è leader del Riccardo Ruggieri Trio (con Maiorino e Maurizio Cuccuini) e del Riccardo Ruggieri Quartetto (con Maiorino, Cuccuini e il sassofonista Massimo Baldioli) e fa parte del RBR Trio con la cantante Marianna Rinaldi e Baldioli.

 

2 Settembre 2016

MARCELLO PICCHIONI TRIO: MONTY ALEXANDER TRIBUTE

(Possibilità di prenotare per cena lasciando un messaggio allo 011882939 o sull’apposito form qui sul sito).

 

Piano: MARCELLO PICCHIONI

Contrabbasso: ENRICO CIAMPINI

Batteria ALESSANDRO MINETTO

Il trio nasce dall’esigenza di Picchioni di omaggiare il primo tra i suoi idoli: il pianista Monty Alexander.

Giamaicano di nascita, influenzato da artisti come Oscar Peterson, Erroll Garner, Winton Kelly e Ahmad Jamal, Monty Alexander sviluppa un linguaggio che fonde l’allegria e la spensieratezza delle proprie origini con il boucing tipico dello swing più sfrenato. Il risultato è un vasto vocabolario bebop che non dimentica mai un’intenzione blues-soul pronta a intervenire anche nei momenti più struggenti del discorso musicale.

Monty, assieme a musicisti del calibro di Ray Brown, Jeff Hamilton, Milt Jackson, John Clayton, dà vita ad alcune delle formazioni più indimenticabili della storia della musica afroamericana, contribuendo col suo frizzante fraseggio carico di swing a un sound unico, perfetto ponte tra passato e futuro del jazz.

Picchioni, per ritrovare quell’atmosfera tipica, collabora di due professionisti dello swing, che conoscono bene quel sound, quel repertorio e quel “modo” di divertirsi suonando: Alessandro Minetto alla batteria ed Enrico Ciampini al contrabbasso.