9 Maggio 2018

TRAVELING MINDS

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Composizioni originali & improvvisazioni libere invitano l’ascoltatore a viaggiare con la mente in un trip onirico.

Jacopo Albini, Clarinetto basso, sax soprano
Enrico Degani, Chitarra classica
Gilson Silveira, Percussioni

Questo trio propone un coloratissimo crossover tra world music e jazz. Quando questi musicisti suonano insieme il basso e batteria non sono necessari per creare un suono di gruppo completo e organico.

27 Dicembre 2017

TRIOMONNE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it.

Basso elettrico: SIMONE BELLAVIA

Batteria: GAETANO FASANO

Sax tenore e clarinetto basso: JACOPO ALBINI

Il trioMONNE nasce a Torino alla fine del 2012 con l’esigenza di suonare un tipo di sound poco proposto nella scena jazz torinese: la musica composta dal bassista Simone “MONNE” Bellavia.

Il repertorio, jazz fusion contaminato dalle sonorità dei compositori anni ’60 ’70 e ’80 come Frank Zappa, Jaco Pastorius, Joe Zawinul, John Coltrane, Wayne Shorter, Jimi Hendrix, viene consolidato grazie all’incontro con Gaetano Fasano e Jacopo Albini .

I tre musicisti, seppur appartenenti a tre diverse generazioni, hanno entrambi spaziano tutti e tre tra composizione e improvvisazione nel jazz elettrico.

Il TrioMONNE pubblica il primo disco “DEMO’S” nel 2013 con l’etichetta discografica LaZaRiMus; l’album contiene musiche di Simone Bellavia e alcuni omaggi ai loro idoli.

Tra le svariate esperienze sui palchi d’ Italia, partecipano anche al Torino Jazz Festival, dove hanno occasione di esibirsi con Nguyen Lè, chitarrista franco-vietnamita noto per il suono originale e la vasta discografia. Scatta così l’idea del primo special guest che lo vede partecipe nel secondo album del trio.

Il secondo lavoro ha come titolo “TrioMONNE” con special guest, oltre a Nguyen Lè, Claudio Canzano, Ruben Bellavia, Toti Canzoneri. Pubblicato con l’etichetta discografica LaZaRiMus e registrato con Bootleneck Studio, viene presentato a febbraio 2015 al Jazz Club Torino, contiene musiche di Simone Bellavia, Jacopo Albini e alcuni omaggi a compositori come Frank Zappa, Wayne Shorter e Jaco Pastorius.

Il trio vanta partecipazioni live sui palchi con Nguyen Lè, Maurizio Giammarco , Jon Balke, Bojan Z, Maria Pia De Vito, Karim Ziad, Pippo Matino, Dario Deidda.

I tre hanno un background vasto, ricco e variegato con formazioni didattiche ispirate dalla disciplina del jazz e al suonano in tanti progetti, oltre a dedicarsi alla crescita costante del trio.

Per il 27 dicembre il trio propone un repertorio originale con brani inediti e qualche omaggio ai grandi del jazz, il tutto in versione elettrica.

7 Dicembre 2016

TRIOMONNE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Il trio suonerà brani originali e brani del repertorio jazz in versione elettrica e acustica.

Basso, contrabbasso: SIMONE MONNE BELLAVIA
Batteria: GAETANO FASANO
Sax, clarinetto basso:JACOPO ALBINI

Il TrioMONNE nasce a Torino alla fine del 2012 con l’esigenza di fare un tipo di sound poco proposto nella scena jazz torinese. Si tratta della musica composta dal bassista Simone Bellavia e consolidata dall’incontro dei tre musicistu, ovvero un repertorio jazz fusion contaminato dalle sonorità dei compositori anni ’60 ’70 e ’80 come Zappa e Pastorius.

Pur essendo di tre generazioni diverse, il trio è affiatato e ha la medesima visione di una musica che è un mix tra composizione e improvvisazione, nella versione jazz elettrica.

Il TrioMoNNE, con due dischi alle spalle e collaborazioni di alta qualita come Nguyen Lè, Jon Balke, Maurizio Gianmarco, Bojan Z, Pippo Matino, Dario Deidda, Karim Ziad, Toti Canzoneri, Ruben Bellavia.

La formazione, intanto, è sempre alla ricerca di nuovi suoni, in versione elettrica e acustica.