16 Maggio 2018

GIORGIO DIAFERIA QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Danilo Pala, alto sax
Fabio Gorlier, pianoforte
Piero Cresto Dina, contrabbasso
Giorgio Diaferia, batteria

Giorgio Diaferia, alla guida del suo quartetto composto da prestigiosi professionisti del jazz torinese, porta sul palco del Jazz Club Torino un repertorio di standard e brani originali.

25 Gennaio 2018

FABIO GIACALONE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Diplomato a pieni voti al Berklee College of Music e Finalista 2016 al rinomato Shure Montreaux Jazz Voice Competition, Fabio porta sul palco la sua straordinaria musicalità e la sua voce eccezionale,contraddistinte da un duplice retroterra artistico: il Brasile (sua terra natia) e l’Italia.

Voce: FABIO GIACALONE
Pianoforte: FABIO GORLIER
Basso: MARCO PICCIRILLO

Fabio per questa occasione proporrà al pubblico di Torino una selezione dei classici jazz standards Americani e dei più famosi evergreen tratti dal “Great American Songbook”.

A partire dal 2013,anno del trasferimento in America, non solo ha avuto modo di entrare in contatto con giovani musicisti provenienti da tutto il mondo per affinare il suo stile la sua tecnica ma anche di lavorare ed essere apprezzato da insegnanti del calibro di Victor Wooten, John Clayton e Donna McElroy.

Nel 2016 ha partecipato alla prestigiosa “Shure Montreux Jazz Vocal Competition” aggiudicandosi il terzo premio. Dopodiché si è trasferito a New York City dove collabora e suona stabilmente con artisti jazz locali di rilievo.
Nel 2017 è stato il primo uomo nella storia della competizione e primo italiano selezionato per le finali della famosa e prestigiosa “Sarah Vaughan International Jazz Vocal Competition” tenutasi a Newark, New Jersey.

20 Gennaio 2018

VALERIO SIGNETTO QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Sassofono: VALERIO SIGNETTO

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ENRICO CIAMPINI

Batteria: MARCO BREGLIA

La formazione propone alcuni brani del grandissimo sassofonista Phil Woods, attivo sulla scena internazionale già dagli anni Cinquanta. Phil è noto come musicista per le collaborazioni con i più grandi del jazz e per i gruppi a suo nome, ma è estremamente interessante anche come compositore. I suoi brani sono unici per la costruzione armonica, per la varietà e per le atmosfere che sanno creare.

I concerti tenuti da Phil Woods a Torino negli anni scorsi in collaborazione con “The Italian Sax Ensemble” in cui milita Valerio Signetto hanno segnato profondamente la sensibilità di questo quartetto, hanno così deciso di dedicare un repertorio alla musica di Phil Woods.

3 Agosto 2017

ASUMA BRAZILIAN JAZZ QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Gli Asuma Brazilian Jazz Quartet nascono nel 2006 da un progetto di Alessandro Fassi. Oggi, dopo dieci anni intensi di concerti nelle più prestigiose location d’Italia, la band presenta un repertorio rinnovato nel quale l’euforia, le atmosfere sospese, le sincopi ritmiche e i colori della musica brasiliana d’autore vengono unite a concezioni più esplicitamente europee della musica jazz.

Voce: ENZO ANTONICELLI

Pianoforte: FABIO GORLIER

Batteria: MAX SIMINI

Basso: ALESSANDRO FASSI

Voce della band è Enzo Antonicelli, che negli anni Novanta approda al mondo discografico con produzioni che hanno fatto da cornice ai suoi progetti cantautorali. Consegue una completa formazione in tecnica vocale jazz, consentendogli oggi di vivere il suo rapporto con la musica d’autore brasiliana in assoluta libertà interpretativa, nel quale il controllo accademico della tecnica è solamente il mezzo per usare la voce come strumento, lasciando quindi spazi all’immediatezza e al forte coivolgimento emotivo.

Fabio Gorlier, al pianoforte, diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, vanta numerose collaborazioni musicali, in ambito jazz, in Italia e all’estero. Le sue performance musicali hanno un forte elemento gestuale attraverso il quale la passione, la sensibilità, la virilità solistica, i ritmi spezzati e le impennate liriche improvvisative fanno di lui uno dei pianisti più apprezzati, dotato di uno stile cristallino e capace di smontare e rimontare le frasi di un brano con grande senso architettonico.

Max Simini, alla batteria, inizia a suonare giovanissimo. Allievo di Tullio De Piscopo, il suo stile nasce dall’intenzione di dare al suo drumming dinamismo e libertà percussiva. Nitidezza ritmica e vigore donano monumentalità al suo carattere. Simili ha all’attivo numerose collaborazioni con alcuni musicisti della scena jazz nazionale come Danilo Pala, Massimo Camarca e Luca Biggio ed è stato presenza fissa in orchestre televisive di Rai e Mediaset.

Alessandro Fassi. Il suo linguaggio è rispettoso della melodia, caldo ed elegantemente vivace. Bassista e anima del gruppo, il suo stile basce dall’essere insieme arrangiatore e musicista, felice connubio che lo prto costantemente alla ricerca della dinamica del suono. Le sue numerose esperienze musicali hanno spaziato dal jazz al funky alla world music, fino ad arrivare alla partecipazione in alcune opere teatrali.

28 Luglio 2017

FULVIO ALBANO TRIO OPEN AIR

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

La formazione guidata da Fulvio Albano, fondatore del Jazz Club Torino e direttore della Torino Jazz Orchestra, porta un progetto intitolato “La dolce vita”, già proposto al pubblico francese. Si tratta di un percorso attraverso melodie di compositori italiani che sono entrate a far parte della storia del jazz internazionale.

Sax: FULVIO ALBANO

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ALDO ZUNINO

FULVIO ALBANO. L’attività artistica di Fulvio Albano comprende la partecipazione a numerosi festival jazz internazionali tra cui i principali sono: JVC Roma, JVC Torino, EBU Helsinki, Blues to Bop di Lugano, International Jazz Festival di Praga, European Jazz Festival di Hanoi e Ho Chi Minh City, Ciak Milano, Eurofestival Ivrea, Estival Jazz Lugano e la presenza in importanti rassegne musicali e sale quali Conservatorio di Milano e di Torino, Teatro Regio di Torino, Radio della Svizzera Italiana, Centro Cultural São Paulo do Brasil, Palácio das Artes di Belo Horizonte e in città come Berna, Lisbona, Coutances, Dubendorf, Brno, Sorrento, Bari, San Marino, Hong Kong, Macao. Ha collaborato stabilmente con la Rai e con il Teatro La Fenice di Venezia, e attualmente è direttore della Torino Jazz Orchestra. Ha suonato con musicisti del calibro di Gianni Basso, Dusko Gojkovic, Johnny Griffin, Ernie Wilkins, Alvin Queen, Tony Scott, Lee Konitz, Franco Cerri, Benny Bailey, Slide Hampton, Bob Mover, Jimmy Cobb, Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, New York Voices, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Phil Woods, Dee Dee Bridgewater, Uri Caine, Tom Harrell, Eliot Zigmund, Jerry Bergonzi, Gary Smulyan, Phil Harper, Terell Stafford, Bobby Watson e Scott Hamilton.

31 Maggio 2017

WOODY ‘N’ US

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ALESSANDRO MAIORINO

Batteria: MARCO BREGLIA

Il trio nasce nel 2014, grazie all’iniziativa dell’etichetta torinese JCT Records, che ne produce il primo lavoro discografico. Il progetto Woody ‘n’ Us, è stato ispirato dalla grande passione per il regista Woody Allen, grande appassionato di jazz, che da sempre sceglie con molta cura le musiche per i suoi film. Il suo lavoro cinematografico è una ricca fonte da cui attingere un ampio e variegato repertorio: in scaletta sono presenti, a fianco degli immancabili standard, brani del repertorio classico, melodrammatico e d’avanguardia, rigorosamente tratti dai titoli di testa dei suoi lavori. Al concerto si aggiungeranno le voci recitanti di Laura Righi e Marina Vettorato.

9 Marzo 2017

FULVIO ALBANO QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Il Fulvio Albano Quartet, di ritorno da un tour in Francia, a suggello di un gemellaggio del Jazz Club Torino con l’Hot Club de Lyon e l’organizzazione Jazz Education Network France, torna ad esibirsi sul nostro palco.

La formazione guidata da Fulvio Albano, fondatore del Jazz Club Torino e direttore della Torino Jazz Orchestra, porta un progetto intitolato “La dolce vita”, già proposto al pubblico francese. Si tratta di un percorso attraverso melodie di compositori italiani che sono entrate a far parte della storia del jazz internazionale.

Sax: FULVIO ALBANO

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ALDO ZUNINO

Batteria: ADAM PACHE

FULVIO ALBANO. L’attività artistica di Fulvio Albano comprende la partecipazione a numerosi festival jazz internazionali tra cui i principali sono: JVC Roma, JVC Torino, EBU Helsinki, Blues to Bop di Lugano, International Jazz Festival di Praga, European Jazz Festival di Hanoi e Ho Chi Minh City, Ciak Milano, Eurofestival Ivrea, Estival Jazz Lugano e la presenza in importanti rassegne musicali e sale quali Conservatorio di Milano e di Torino, Teatro Regio di Torino, Radio della Svizzera Italiana, Centro Cultural São Paulo do Brasil, Palácio das Artes di Belo Horizonte e in città come Berna, Lisbona, Coutances, Dubendorf, Brno, Sorrento, Bari, San Marino, Hong Kong, Macao. Ha collaborato stabilmente con la Rai e con il Teatro La Fenice di Venezia, e attualmente è direttore della Torino Jazz Orchestra. Ha suonato con musicisti del calibro di Gianni Basso, Dusko Gojkovic, Johnny Griffin, Ernie Wilkins, Alvin Queen, Tony Scott, Lee Konitz, Franco Cerri, Benny Bailey, Slide Hampton, Bob Mover, Jimmy Cobb, Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, New York Voices, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Phil Woods, Dee Dee Bridgewater, Uri Caine, Tom Harrell, Eliot Zigmund, Jerry Bergonzi, Gary Smulyan, Phil Harper, Terell Stafford, Bobby Watson e Scott Hamilton.

2 Marzo 2017

VALERIO SIGNETTO QUARTETTO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Sassofono: VALERIO SIGNETTO

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ENRICO CIAMPINI

Batteria: MARCO BREGLIA

La formazione propone alcuni brani del grandissimo sassofonista Phil Woods, attivo sulla scena internazionale già dagli anni Cinquanta. Phil è noto come musicista per le collaborazioni con i più grandi del jazz e per i gruppi a suo nome, ma è estremamente interessante anche come compositore. I suoi brani sono unici per la costruzione armonica, per la varietà e per le atmosfere che sanno creare.

I concerti tenuti da Phil Woods a Torino negli anni scorsi in collaborazione con “The Italian Sax Ensemble” in cui milita Valerio Signetto hanno segnato profondamente la sensibilità di questo quartetto, hanno così deciso di dedicare un repertorio alla musica di Phil Woods.

30 Novembre 2016

JAM SESSION NIGHT: SABRINA OGGERO VIALE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Scampoli

Ci hanno insegnato che non si butta via niente, così abbiamo deciso di recuperare pezzi di musica, di esperienza, di racconti che erano rimasti, in attesa di essere ritrovati. La nostra musica nasce dall’esigenza di provare a tradurre in suono questi frammenti, senza troppe prestese, come vecchi amici che si raccontano”.

Voce: SABRINA OGGERO VIALE

Pianoforte: FABIO GORLIER

contrabbasso: LUCA CURCIO

Sabrina Oggero Viale. Scopre il jazz a dieci anni e qualche tempo dopo le vengono offerte due borse di studio dalla Berklee School of Music di Boston, nel Massachusetts. Frequenta numerosi workshop in Italia e all’estero. Si stabilisce a Torino, dove il vivace ambiente musicale la mette in relazione con ottimi musicisti come Fabio Giachino, Roberto Demo, Alessandro Minetto, Alberto Gurrisi, Fabio Gorlier, Luca Curcio, Matti Barbieri, Stefano Risso, Luigi Tessarollo ed altri, tra i quali rivestono un ruolo di grande influenza e guida artistica il chitarrista Roberto Taufic e l’organista Alberto Marsico. Con Alberto Marisco nel 2013 nasce il duo “Always dare!”, collaborazione sempre fertile e intensa. Nel 2015 partecipa come ospite al disco “A stroll with me” del chitarrista Rik Parato. Nel 2016 compare come guest nel disco, prossimo all’uscita, della cantante torinese Giulia Firpo. L’approfondimento sulla musica, sulla voce e sulla didattica vocale è una sua costante.

Fabio Gorlier. Consegue il diploma di pianoforte al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino e specializza in pianoforte a quattro mani nel conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria. Frequenta numerosi corsi di specializzazione in pianoforte jazz, armonia e musica d’insieme al Centro Jazz di Torino e svariati corsi internazionali di perfezionamento musicale a Siena. Partecipa a numerose rassegne italiane, tra cui Torino Jazz Festival, Time in Jazz di Berchidda, Mito, Dolomiti Ski Jazz, Time di Sassari, Europa Cantat, il Festival Jazz di Nuoro, Veneto Jazz, Avigliana Jazz Festival, Fiorenza Jazz Festival, esibendosi in teatri importanti come la Fenice di Venezia o l’auditorium Agnelli di Torino. Colleziona esperienze importanti anche all’estero tra Scozia, Irlanda del Nord, Francia, Svizzera, Austria, Ecuador.
Collabora con musicisti di rilievo nel panorama internazionale come B
illy Cobham, Furio di Castri, Diane Shuur, Terell Stafford, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi, Philiph Harper, Tino Tracanna, Roberto Gatto, Gianluca Littera, Giovanni Falzone, Diana Torto, Dino Piana, Gianni Cazzola, Tullio de Piscopo e Attilio Zanchi.

Luca Curcio. Si diploma al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. La sua carriera muisicale parte dal jazz, muovendosi gradualmente verso musica creativa ed improvvisazione libera. Da subito si afferma come compositore e leader dei propri progetti (Luca Curcio 4et, Latitudes, Numbers). Collabora con diversi artisti del panorama italiano ed internazionale come Andy Sheppard, Jon Balke, Patrice Heral, William Parker, Eugene Chadbourne, Kresten Osgood, Dimitri Mospan, Andrea Manzoni, Jesper Thilo, Andrea Ayassot, Ben Allison, Joel Holmes, Alessandro Lanzoni,Fabrizio Bosso, Luca Santaniello, Emanuele Cisi e Dado Moroni. Si è esibito in tutta Europa e oltre, salendo sui palchi importanti tra cui Torino Jazz festival, Piacenza Jazz, Nuoro Jazz in Italia, Copenhagen Jazz Festival, Vinterjazz e Mooment in Danimarca, Jazzblag in Polonia e Verbier festival in Svizzera. La musica lo ha portato in tour in Russia, Turchia, Francia, Enghilterra, Tunisia, Spagna, Belgio, Olanda, Germania, Polonia, Svizzera, Danimarca e Austria.