8 Ottobre 2019

EASY TUESDAY! • TJA • Opening: VELC

Jazz Club Torino è lieto di ospitare Easy Tuesday!
Nato da un’idea di BAND, il martedì vi aspettiamo con una nuova proposta musicale per viaggiare insieme nel colorato mondo cantautorale italiano.

Martedì 8 Ottobre 2019
🌟 Tja Unplugged 🌟
Opening: VELC
🚀 Inizio: ore 21:30
🎟️ Ingresso libero

🎨 Progetto grafico: Matteo Baracco
📡 Media partner: SoundTube
_ _

🍴 🍽 Prenota subito il tuo tavolo per vivere un’esperienza unica con ACOUSTIC DINNER (cena & spettacolo dal vivo) compilando il form sul sito www.jazzclub.torino.it o lasciando un messaggio in segreteria allo 011/882939🍴🍽
_ _

🔎 BIO

Tja

Tja è un cantante e compositore proveniente da Torino, nel marzo del 2018, affiancato dal produttore “Password Studio” di Torino, esce con il suo primo singolo “My father’s guitar“ con il quale si presenta al pubblico e negli eventi regionali.
I suoi brani sono in lingua inglese, appartengono a generi quali Pop/Rock/Indie/Tribal, con sonorità aperte e sognanti. Prendono esempio e fantasia dalle esperienze vissute dall’ artista, e raccontano dei momenti di luminosità e di oscurità che questo mondo e che la mente umana hanno da offrire. I suoni e le atmosfere possono ricordare artisti come The Fray, Coldplay, Oasis, Trevor Hall, e ritornano sempre su un concetto di “viaggio”, fisico ma sopratutto mentale, e di libertà.
Dopo essere tornato da alcuni viaggi dal quale ha tratto determinazione e ispirazione, Tja, porta la sua musica nei locali, nei festival e negli eventi acustici tra i quali Sofar (format che lo rispecchia molto) esibendosi in acustico, con chitarra o piano, oppure accompagnato dalla sua band.�Il progetto è molto fresco, e da poco è uscito il suo secondo singolo intitolato “What I see” presente da febbraio sulle piattaforme musicali, che anticipa un EP in fase di ultimazione, in uscita nei mesi a venire.

🎬 VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=dNXJHRizf_k

VELC

VELC cresce sulle rive del Fisca, il rigagnolo d’acqua più blues del Canavese, da cui si dice tragga l’abilità di suonare uno strumento munito di 6 corde. La vicinanza con Torino e con la sua scena musicale inoltre, fanno sì che i suoni classici del Tennessee vengano contaminati con sonorità indie, campionamenti, drum machine e sintetizzatori, il tutto rigorosamente condito da abbondanti chitarre sparate in un ampli a valvole.

🎬 VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=ji7oNeq8P_M
_
🍿 BAND