22 Aprile 2018

TORINO JAZZ MEETINGS // PREMIO INTERNAZIONALE MASSIMO URBANI

– Ore 20.00 Cena tipica marchigiana (prezzo: 35 euro): una cena di solidarietà con i prodotti tipici di Camerino, con l’obiettivo di promuovere i prodotti enogastronomici del territorio colpito dal sisma e con una raccolta fondi per sostenere la realizzazione della finale di Camerino.

– Ore 21,30 – Inizio selezione dei candidati, con l’accompagnamento del Fabio Giachino trio

Fabio Giachino, piano
Davide Liberti, basso
Ruben Bellavia, batteria

– Ore 23 – Jam session finale

Il Premio Internazionale Massimo Urbani
Il Premio Internazionale Massimo Urbani di Camerino è il prestigioso concorso internazionale per solisti jazz giunto alla XXII edizione. Fondato da Paolo Piangiarelli e con la direzione organizzativa di Daniele Massimi dell’Associazione Musicamdo Jazz, si svolge ogni anno nel mese di giugno a Camerino e si avvale della collaborazione del Comune di Camerino, della Regione Marche, dell’Università degli Studi di Camerino, di Umbria Jazz, Nuoro Jazz, TAM Tutta un’Altra Musica, Marche Jazz Network, I-Jazz.
Il concorso, nato con lo scopo di onorare la memoria del leggendario sassofonista romano Massimo Urbani, ha l’obiettivo di individuare giovani jazzisti emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica, ha un passato glorioso. Negli oltre 20 anni di storia ha incoronato vincitori prestigiosi musicisti jazz tra i quali: Rosario Giuliani, Gianluca Petrella, Dino Rubino, Nico Gori, Francesco Cafiso, Claudio Filippini, Alessandro Lanzoni.

Dopo il sisma. Il nuovo progetto
Il sisma. Il sisma del 30 ottobre 2016 ha raso al suolo la città di Camerino privando i cittadini della loro città, un gioiello di arte, storia e architettura e il Premio Urbani è rimasto senza casa. Nel 2018 il Premio deve trovare energie e inventiva per portare avanti la sua lunga e importante tradizione. Gli organizzatori intendono scrivere una nuova pagina della manifestazione. Una pagina che sappia non solo salvare il concorso ma addirittura rilanciarlo con rinnovata energia.
Il nuovo progetto. Nel 2018 il progetto chiama in causa altre realtà, templi indiscussi del jazz italiano e internazionale. Il Premio diviene itinerante per dare la possibilità a Camerino di presentare la propria storia anche fuori sede. In questo viaggio il concorso chiede ospitalità ai jazz club e il concorso diventa un percorso attraverso l’’Italia. La prima selezione del tour diventa parte integrante di Torino Jazz Meetings ed è in programma presso il Jazz Club Torino, domenica 22 aprile. Segue la selezione romana, presso il Ballad Caffè di Roma, il 29 aprile. Il tour si concluderà con le finali di Camerino, venerdì 8 e sabato 9 giugno.
Il Premio Massimo urbani sarà anche l’occasione per condividere sapori e cucina delle zone colpite dal tragico terremoto delle Marche. A corollario dell’evento musicale nel jazz club verrà organizzata una cena di solidarietà con i prodotti tipici di Camerino, con l’obiettivo di promuovere i prodotti enogastronomici del territorio colpito dal sisma e con una raccolta fondi per sostenere la realizzazione della finale di Camerino.
Le giurie saranno composte localmente con la presidenza del responsabile del club. I due presidenti delle giurie locali faranno parte anche della giuria finale a Camerino.

23 Dicembre 2017

IN VIAGGIO: SONIA SCHIAVONE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it.

Sonia Schiavone, voce

Alessandro Chiappetta, chitarra

Davide Liberti, contrabbasso

Il trio di Sonia Schiavone ci porta in viaggio, alla ricerca delle canzoni preferite da cantare tra vari stili del repertorio jazz, passando dal songbook americano a brani bebop e di jazz moderno e contemporaneo, fino a brani originali.

Il repertorio è l’ideale per lasciarsi trasportare dal timbro di Sonia Schiavone e dall’impeccabile timing di Alessandro Chiappetta e Davide Liberti.

10 Giugno 2017

FULVIO ALBANO TRIO

Sassofono: FULVIO ALBANO
Chitarra: ELEONORA STRINO
Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

FULVIO ALBANO. L’attività artistica di Fulvio Albano comprende la partecipazione a numerosi festival jazz internazionali tra cui i principali sono: JVC Roma, JVC Torino, EBU Helsinki, Blues to Bop di Lugano, International Jazz Festival di Praga, European Jazz Festival di Hanoi e Ho Chi Minh City, Ciak Milano, Eurofestival Ivrea, Estival Jazz Lugano e la presenza in importanti rassegne musicali e sale quali Conservatorio di Milano e di Torino, Teatro Regio di Torino, Radio della Svizzera Italiana, Centro Cultural São Paulo do Brasil, Palácio das Artes di Belo Horizonte e in città come Berna, Lisbona, Coutances, Dubendorf, Brno, Sorrento, Bari, San Marino, Hong Kong, Macao. Ha collaborato stabilmente con la Rai e con il Teatro La Fenice di Venezia, e attualmente è direttore della Torino Jazz Orchestra. Ha suonato con musicisti del calibro di Gianni Basso, Dusko Gojkovic, Johnny Griffin, Ernie Wilkins, Alvin Queen, Tony Scott, Lee Konitz, Franco Cerri, Benny Bailey, Slide Hampton, Bob Mover, Jimmy Cobb, Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, New York Voices, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Phil Woods, Dee Dee Bridgewater, Uri Caine, Tom Harrell, Eliot Zigmund, Jerry Bergonzi, Gary Smulyan, Phil Harper, Terell Stafford, Bobby Watson e Scott Hamilton.

20 Gennaio 2017

TESSAROLLO LIBERTI TOLOTTI TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Chitarra e voce: LUIGI TESSAROLLO

Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

Batteria: MARCO TOLOTTI

Tre protagonisti della scena jazzistica contemporanea regalano un concerto di alto livello artistico, in grado di coinvolgere totalmente anche il pubblico più profano.

Il trio presenta un repertorio scelto per l’occasione, diviso tra una prima parte dedicata a famosi brani americani, con Tessarollo nella veste di cantante e chitarrista e una seconda parte di alcuni dei brani strumentali tra i tanti composti dallo stesso Tessarollo.

12 Gennaio 2017

PRO.VOICE SAGGIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

 

L’associazione musicale Pro.Voice di Elis Prodon offre, come tutti gli anni, diverse occasioni di pratica ai propri soci – allievi.

I migliori tra questi si esibiscono sul palco del Jazz Club Torino, in quello che non è semplicemente un saggio, ma un vero e proprio concerto.

La serata è all’insegna di stadard jazz, pop e di black music, come di tradizione accompagnati da Flavio Brio alla chitarra e da Fabio Gorlier al piano, questa volta arricchiti dalla presenza di un musicista di eccezionale spessore come Davide Liberti, al contrabbasso.

 

30 Dicembre 2016

GIANNI VIRONE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Tenore e sax soprano: GIANNI VIRONE

Basso: DAVIDE LIBERTI

Batteria e percussioni: MATTIA BARBIERI

Il trio è il risultato della lunga collaborazione del leader con il contrabbassista Davide Liberti e il batterista Mattia Barbieri. Dal 2003 i tre musicisti piemontesi lavorano insieme, con l’obiettivo di creare un suono di gruppo sperimentando diversi contesti per l’improvvisazione. Nel corso di questi anni il repertorio del trio è cambiato radicalmente, passando dalla rilettura dei più comuni standard alle composizioni originali del leader, che rappresentano tuttora il materiale principale attraverso il quale il gruppo improvvisa durante la performance. Gianni Virone Trio ha suonato nell’ambito di numerose rassegne e in diversi jazz club in tutta Italia e all’estero. Nel 2008 ha inciso il suo primo disco dal titolo “Frammenti” in collaborazione con l’etichetta discografica italiana Silta Records.

Gianni Virone. Sassofonista, arrangiatore e compositore attivo da diversi anni nel panorama jazzistico internazionale. E’ leader di diversi gruppi con i quali ha partecipato a festival e manifestazioni in tutta Europa. Ha registrato dischi come leader e come sideman per diverse etichette italiane e il suo cd “Frammenti” ha ricevuto un notevole successo in America per la rivista Cadence. Nel corso della propria carriera ha vinto numerosi premi e riconoscimenti tra cui la prima edizione del concorso nazionale “Nuovi Talenti Del Jazz Italiano” organizzato dal Piacenza Jazz Club e il concorso “Talens 2003” per solisti dell’Istituto Musicale di Rivoli. Ha vinto le borse di studio ai seminari di Siena Jazz 2002, Nuoro Jazz 2003 ed Euromeet 2003. Dal 2004 è testimonial della ditta di strumenti a fiato Rampone&Cazzani.

29 Dicembre 2016

SONIA SCHIAVONE TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Voce: SONIA SCHIAVONE

Pianoforte: RICCARDO RUGGIERI

Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

La cantante torinese Sonia Schiavone guida questo trio jazz, che ripropone un’accurata selezione di standard. Sonia ripropone il suo personale percorso di avvicinamento a questo repertorio, iniziato diversi anni fa e del quale si è nutrita con passione, un percorso di ricerca e di approfondimento stilistico. Si potranno riascoltare brani resi celebri da Ella Fiztgerald, Billie Holiday, Chet Baker, Frank Sinatra, ripresi poi negli anni successivi da tantissime voci suggestive e ancora oggi presenti nei dischi di cantanti contemporanee come Diana Krall e Roberta Gambarini.

Un viaggio affascinante nelle composizioni dagli anni Venti agli anni Sessanta del secolo scorso dei grandi autori americani come Richard Rodgers e Lorenz Hart, Cole Porter e molti altri.

15 Dicembre 2016

FABRIZIO BOSSO FT. FABIO GIACHINO TRIO

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Fabrizio Bosso è uno dei trombettisti jazz più acclamati al mondo. Conosciuto e apprezzatissimo a livello internazionale, suona la tromba da quando aveva cinque anni. Ha frequentato il Conservatorio di Torino, la sua città, e si è diplomato a soli 15 anni. Ha suonato classica, jazz, pop, spiritual, latino, gospel, portando in ogni genere la propria personale interpretazione.

Tromba: FABRIZIO BOSSO

Pianoforte: FABIO GIACHINO

Contrabbasso: DAVIDE LIBERTI

RBatteria: RUBEN BELLAVIA

La sensibilità artistica di Fabrizio Bosso, unita al trio di Fabio Giachino, crea un’alchimia unica, caratterizzata da una forte energia ed un interplay continuo, tenendo sempre viva l’attenzione del pubblico.
Il trio di Fabio Giachino nasce nel 2011 e ha ha registrato tre album: “Introducing Myself” con Rosario Giuliani (2012), ”Jumble Up” (2014) e “Blazar” (2015). I primi due sono stati inseriti entrambi tra i “100 Greatest Jazz Album” rispettivamente del 2012 e 2014 secondo la rivista JazzIT.
Giachino è risultato primo  in tutti i maggiori premi italiani a livello Internazionale e Nazionale: Premio Internazionale Massimo Urbani 2011, Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011, Revelation of the year 2011 (JazzUp Channel) ed è stato inoltre votato tra i primi dieci pianisti italiani nei “JazzIt Awards” dal 2011 al 2014 secondo il referendum della rivista JazzIt. Inoltre, numerosi sono i riconoscimenti ottenuti dal trio, tra cui il recente inserimento tra i primi dieci gruppi italiani secondo il referendum popolare “JazzIT Awards” 2013 e 2014, il Premio Speciale come “Best Band” al Bucharest International Competition 2014 (EuropaFest), il premio Fara Music Live 2012 come miglior gruppo e miglior nuovo talento (Fabio Giachino), il 1° Premio al Barga Jazz Contest 2012 e il primo classificato al Premio Carrarese 2011 indetto dal Padova Porsche Festival.

“Ho conosciuto Fabio qualche anno fa – racconta il trombettista Fabrizio Bosso – suonando come ospite del gruppo Jazz Accident e fin da subito ho capito che stava nascendo un grande talento. Credo che i progressi che ha fatto in questi ultimi anni siano notevoli. In quanto alla tecnica questo musicista non ha nulla da invidiare ai migliori pianisti della scena jazz internazionale, coadiuvato da una ritmica sempre pronta ad assecondare i suoi input musicali.”

 

Prezzo: 10 euro

        5 euro per chi fa cena al club

29 Settembre 2016

JAZZ DEVICE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

 

Gruppo di recente formazione, costituito da quattro jazzisti torinesi di lungo corso. Repertorio “in divenire” comprendente composizioni originali, rivisitazioni di pezzi standard più e meno noti, con escursioni nella fusion di matrice jazzistica. Grande intensità, ampi spazi solistici, energia allo stato puro.

Sax contralto: DANILO PALA

Pianoforte: CORRADO ABATE

Contrabbasso e basso elettrico: DAVIDE LIBERTI

Batteria: PAOLO FRANCISCONE

DANILO PALA (sax contralto).
 Sassofonista di forte impronta parkeriana, dalla voce potente e inconfondibile, si è cimentato con naturalezza in tutte le principali forme di jazz moderno, dall’hard-bop al free, dall’acid al contemporary-jazz, accumulando esperienza anche in altri generi musicali (latino-americano con gli Havana Express, etnico con Bruno Genero Ensemble e Jambour, flamenco con Anema Onda, drum and bass con Doctor Jazz Universal Remedy). Ha suonato con jazzisti di fama internazionale, tra cui David Liebman, Miroslav Vitous, Mike Mainieri, Andy Gravish, Audrey Morris, Flavio Boltro, Massimo Urbani, Antonio Faraò, Luca Mannutza, Nicola Muresu, Larry Nocella, Carlo Actis Dato, Gianni Coscia, Dario Chiazzolino, Julio Barreto e molti altri, partecipando ad innumerevoli eventi in Italia e all’estero. Ha inciso, fra gli altri, con Miroslav Vitous, David Liebman, Flavio Boltro, Pietro Ballestrero, Andy Gravish, Luca Mannutza, Nicola Muresu, Gigi Di Gregorio, Corrado Abbate, Giorgio Licalzi e con il cantautore Mariano Deidda. Insegnante di sassofono presso il Centro Jazz Torino fino al 2012, svolge tuttora un’intensa attività didattica.

CORRADO ABATE(pianoforte). Pianista di formazione classica, si è precocemente orientato verso il jazz, manifestando spiccate attitudini per la composizione e l’arrangiamento. Allievo di Gianni Negro, è attivo a livello professionistico dal 1979. Ha collaborato in modo stabile o occasionale con musicisti come Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Alfredo Ponissi, Enzo Zirilli, Mike Mainieri, Massimo Urbani, Gianni Basso, Franco Mondini, Flavio Boltro e molti altri. Ha partecipato a manifestazioni di livello internazionale (Eurojazz Ivrea, JVC Torino, Bordighera Jazz and Blues, Catanzaro Jazz Fest, Avigliana Jazz Festival, Quarna Jazz, Ovada InContemporanea, fra le tante). E’ leader del “Jazzcom Project” (comprendente D. Pala, G. Di Gregorio, F. De March e C. Bernardinello) e fa parte del “Multiverse Jazz Quartet” (con G. Di Gregorio, P. Cresto-Dina e M. Puxeddu) e del “Di Gregorio Ensemble” (con S. Chiricosta, A. Chiappetta, S. Miele, M. Puxeddu, A. Domenici, E. Costantini). Collabora inoltre con il saxofonista monegasco Franck Taschini. Ha inciso, fra gli altri, con Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Danilo Pala, Gigi Di Gregorio, Flavio Boltro, Piero Cresto-Dina, Marco Puxeddu.

DAVIDE LIBERTI(contrabbasso e basso elettrico). Ha completato il suo percorso formativo al Conservatorio di Torino, indirizzo jazz, con Furio Di Castri. Ha al suo attivo prestigiose collaborazioni con musicisti come Rosario Giuliani, Billy Cobham, Jay Azzolina, Ron Vincent, Christian Escoudè, Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, Alessandro Chiappetta, Paolo Porta, Luigi Tessarollo, Claudio Filippini, Tullio De Piscopo, Alessandro Minetto e molti altri. Numerose le partecipazioni a festivals e manifestazioni di livello internazionale (Clusone, Iseo Jazz Festival, Avigliana Jazz Festival, Viterbo Jazz Up, Cormons Jazz and Wine, Torino Fringe Festival, Taggia Jazz Festival, Palmi Jazz Festival, Acqui in Jazz, Roccella Jonica, Piano Jazz Festival Praga, Europa Fest Bucarest, fra le tante). Collabora stabilmente con il pianista Fabio Giachino, insieme al batterista Ruben Bellavia, e con il saxofonista Gianni Virone, insieme al batterista Mattia Barbieri. Ha inciso, fra gli altri, con il Trio di Fabio Giachino, con quello di Gianni Virone, con Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Silvia Cucchi, Luigi Tessarollo, Claudio Filippini. Insegna contrabbasso jazz e basso elettrico alla Scuola di alto perfezionamento musicale di Saluzzo.

PAOLO FRANCISCONE (batteria). Già allievo di Marco Volpe e Roberto Gatto, ha seguito diversi laboratori con Peter Erskine e Mal Waldron. Il suo stile musicale è radicato nella tradizione jazzistica e nel bebop, ma totalmente aperto a qualunque influenza contemporanea proveniente da culture e musiche diverse. Ha lavorato con musicisti come Mal Waldron, Norma Winstone, Drew Gress, Garrison Fewell, Amanda Carr, Barney Kessel, Jiggs Whigham, Audrey Morris, Gianluigi Trovesi, Flavio Boltro, Franco Cerri, Tiziana Ghiglioni, Claudio Fasoli, Gianni Coscia, Emanuele Cisi, Tino Tracanna, Gianni Basso, Fabrizio Bosso e molti altri. Si è esibito in manifestazioni e festivals tra cui Montreux Jazz Festival, Tokyo Jazz Festival, Béziers Mardi Graves Festival, Turin JVC Festival, Praha Jazz Festival, Tel Aviv Jazz Festival, Legnica Poland Miasto Festival, Torino Settembre Musica. Ha inciso, fra gli altri, con Amanda Carr, Emanuele Cisi, Luigi Martinale, Drew Gress, Gigi Di Gregorio, Fabrizio Bosso, Pietro Ballestrero, Massimiliano Rollf, Silvia Cucchi, Davide Liberti. Titolare del corso di batteria e di storia del Jazz presso il Centro Jazz Torino dal 1996 al 2012.

 

Info: Corrado Abbate – via Boucheron 14, 10122 Torino – cell. 347.4496605 corrado.abbate@fastwebnet.it – www.jazzcom.it