16 Maggio 2018

GIORGIO DIAFERIA QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Danilo Pala, alto sax
Fabio Gorlier, pianoforte
Piero Cresto Dina, contrabbasso
Giorgio Diaferia, batteria

Giorgio Diaferia, alla guida del suo quartetto composto da prestigiosi professionisti del jazz torinese, porta sul palco del Jazz Club Torino un repertorio di standard e brani originali.

15 Giugno 2017

IL QUINTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Giorgio Diaferia si ripropone sulla scena jazzistica con questa nuova formazione, composta da professionisti del jazz con un repertorio di jazz standard,pezzi di Lee Morgan poco eseguiti e l’inserimento di alcuni brani originali,caratterizzati dalla grande notorietà e dalla frequente ed intensa pulsazione. Allievo di Enrico Lucchini, ha partecipato a seminari con Bruno Biriaco,Daniel Humair, Al Levit,per poi suonare e registrare negli anni ’80 e ’90 a fianco di musicisti quali Bob Porcelli, Johnny Griffin, Art Farmer, Slide Hampton, Tiziana Ghiglioni, Gianni Negro, Piero Leveratto, Aldo Rindone e molti altri, esibendosi in numerosi Jazz Festival Italiani. E’ uno dei 4 fondatori del Consorzio Piemonte Jazz. Pala, Canavese, docente alla Scuola Civica Jazz di Torino, Lobello e Cresto Dina vantano prestigiose collaborazioni professionali con musicisti di fama Internazionale. Diaferia ha all’attivo con Pala il CD “OGM free”.

Mail: info@piemontejazz.it

29 Aprile 2017

JAZZ DEVICE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Sax contralto: DANILO PALA

Pianoforte: CORRADO ABBATE

Contrabbasso: PIERO CRESTO-DINA

Batteria: PAOLO FRANCISCONE

Il gruppo, che si è costituito nel 2016, è composto da quattro jazzisti torinesi di lungo corso. Il repertorio comprende composizioni originali, rivisitazioni di standard più e meno noti, esplorazioni dei repertori di alcuni grandi dell’hard bop come Lee Morgan, Art Pepper, Horace Silver e altri. Grande intensità, ampi spazi solistici, energia allo stato puro. Un vero congegno jazzistico (da qui il nome Jazz Devide) ad alto potenziale.

DANILO PALA. Sassofonista di forte impronta parkeriana, dalla voce potente e inconfondibile, si è cimentato con naturalezza in tutte le principali forme di jazz moderno, dall’hard-bop al free, dall’acid al contemporary-jazz, accumulando esperienza anche in altri generi musicali. Ha suonato con jazzisti di fama internazionale, tra cui David Liebman, Miroslav Vitous, Mike Mainieri, Andy Gravish, Audrey Morris, Flavio Boltro, Massimo Urbani, Antonio Faraò, partecipando ad innumerevoli eventi in Italia e all’estero. Ha inciso, fra gli altri, con Miroslav Vitous, David Liebman, Flavio Boltro, Pietro Ballestrero, Andy Gravish, Luca Mannutza, Nicola Muresu, Gigi Di Gregorio, Corrado Abbate, Giorgio Licalzi e con il cantautore Mariano Deidda.

CORRADO ABBATE. Pianista di formazione classica, si è precocemente orientato verso il jazz, manifestando spiccate attitudini per la composizione e l’arrangiamento. Ha collaborato icon musicisti come Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Alfredo Ponissi, Enzo Zirilli, Mike Mainieri, Massimo Urbani, Gianni Basso, Franco Mondini e Flavio Boltro. Ha partecipato a manifestazioni di livello internazionale (Eurojazz Ivrea, JVC Torino, Bordighera Jazz and Blues, Catanzaro Jazz Fest, Avigliana Jazz Festival, Quarna Jazz, Ovada InContemporanea, fra le tante). E’ leader del “Jazzcom Project” (comprendente D. Pala, G. Di Gregorio, F. De March e C. Bernardinello). Ha inciso, fra gli altri, con Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Danilo Pala, Gigi Di Gregorio, Flavio Boltro, Piero Cresto-Dina, Marco Puxeddu.

PIERO CRESTO-DINA. Ha iniziato lo studio del contrabbasso con Furio Di Castri- Dai primi anni ‘80 collabora con alcuni dei più noti jazzisti italiani, tra i quali Flavio Boltro, Tiziana Ghiglioni, Claudio Fasoli, Massimo Artiglia, Aldo Rindone, Gianni Negro, Mario Rusca, Renato Sellani, Michele Bozza, Guido Scategni, Vittorio Alinari, Paolo e Marco Barberis, Luigi Tessarollo, Pino Russo, Marco Tardito. Nel 1985 partecipa con il Quartetto di Alfredo Ponissi, in rappresentanza dell’Italia, alla European Jazz Competition di Leverkusen, documentata nel disco Live at the Leverkusen Jazzdays. Nel 1993 registra, con il pianista Daniele Tione e altri musicisti di estrazione classica e jazz, il melologo Mosorrofa o dell’ottimismo, su musiche di Nicola Campogrande e testi di Dario Voltolini. Già membro del quartetto Dylan Jazz Project (con G. Canavese, M. Puxeddu e G. Giovannini), del Monk ‘n Bud Trio del pianista M. Artiglia e del Multiverse Jazz Quartet (con G. Di Gregorio, C. Abbate e M. Puxeddu), ha recentemente collaborato e inciso anche con il fagottista R. Vernizzi e con il pianista D. Calvi.

PAOLO FRANCISCONE. Il suo stile musicale è radicato nella tradizione jazzistica e nel bebop, ma totalmente aperto a qualunque influenza contemporanea proveniente da culture e musiche diverse. Ha lavorato con musicisti come Mal Waldron, Norma Winstone, Drew Gress, Garrison Fewell, Amanda Carr, Barney Kessel, Jiggs Whigham, Audrey Morris, Gianluigi Trovesi, Flavio Boltro, Franco Cerri, Tiziana Ghiglioni, Claudio Fasoli, Gianni Coscia, Emanuele Cisi, Tino Tracanna, Gianni Basso, Fabrizio Bosso e molti altri. Si è esibito in manifestazioni e festivals tra cui Montreux Jazz Festival, Tokyo Jazz Festival, Béziers Mardi Graves Festival, Turin JVC Festival, Praha Jazz Festival, Tel Aviv Jazz Festival, Legnica Poland Miasto Festival, Torino Settembre Musica. Ha inciso, fra gli altri, con Amanda Carr, Emanuele Cisi, Luigi Martinale, Drew Gress, Gigi Di Gregorio, Fabrizio Bosso, Pietro Ballestrero, Massimiliano Rollf, Silvia Cucchi, Davide Liberti. Titolare del corso di batteria e di storia del Jazz presso il Centro Jazz Torino dal 1996 al 2012.

29 Settembre 2016

JAZZ DEVICE

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

 

Gruppo di recente formazione, costituito da quattro jazzisti torinesi di lungo corso. Repertorio “in divenire” comprendente composizioni originali, rivisitazioni di pezzi standard più e meno noti, con escursioni nella fusion di matrice jazzistica. Grande intensità, ampi spazi solistici, energia allo stato puro.

Sax contralto: DANILO PALA

Pianoforte: CORRADO ABATE

Contrabbasso e basso elettrico: DAVIDE LIBERTI

Batteria: PAOLO FRANCISCONE

DANILO PALA (sax contralto).
 Sassofonista di forte impronta parkeriana, dalla voce potente e inconfondibile, si è cimentato con naturalezza in tutte le principali forme di jazz moderno, dall’hard-bop al free, dall’acid al contemporary-jazz, accumulando esperienza anche in altri generi musicali (latino-americano con gli Havana Express, etnico con Bruno Genero Ensemble e Jambour, flamenco con Anema Onda, drum and bass con Doctor Jazz Universal Remedy). Ha suonato con jazzisti di fama internazionale, tra cui David Liebman, Miroslav Vitous, Mike Mainieri, Andy Gravish, Audrey Morris, Flavio Boltro, Massimo Urbani, Antonio Faraò, Luca Mannutza, Nicola Muresu, Larry Nocella, Carlo Actis Dato, Gianni Coscia, Dario Chiazzolino, Julio Barreto e molti altri, partecipando ad innumerevoli eventi in Italia e all’estero. Ha inciso, fra gli altri, con Miroslav Vitous, David Liebman, Flavio Boltro, Pietro Ballestrero, Andy Gravish, Luca Mannutza, Nicola Muresu, Gigi Di Gregorio, Corrado Abbate, Giorgio Licalzi e con il cantautore Mariano Deidda. Insegnante di sassofono presso il Centro Jazz Torino fino al 2012, svolge tuttora un’intensa attività didattica.

CORRADO ABATE(pianoforte). Pianista di formazione classica, si è precocemente orientato verso il jazz, manifestando spiccate attitudini per la composizione e l’arrangiamento. Allievo di Gianni Negro, è attivo a livello professionistico dal 1979. Ha collaborato in modo stabile o occasionale con musicisti come Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Alfredo Ponissi, Enzo Zirilli, Mike Mainieri, Massimo Urbani, Gianni Basso, Franco Mondini, Flavio Boltro e molti altri. Ha partecipato a manifestazioni di livello internazionale (Eurojazz Ivrea, JVC Torino, Bordighera Jazz and Blues, Catanzaro Jazz Fest, Avigliana Jazz Festival, Quarna Jazz, Ovada InContemporanea, fra le tante). E’ leader del “Jazzcom Project” (comprendente D. Pala, G. Di Gregorio, F. De March e C. Bernardinello) e fa parte del “Multiverse Jazz Quartet” (con G. Di Gregorio, P. Cresto-Dina e M. Puxeddu) e del “Di Gregorio Ensemble” (con S. Chiricosta, A. Chiappetta, S. Miele, M. Puxeddu, A. Domenici, E. Costantini). Collabora inoltre con il saxofonista monegasco Franck Taschini. Ha inciso, fra gli altri, con Fulvio Albano, Luigi Tessarollo, Danilo Pala, Gigi Di Gregorio, Flavio Boltro, Piero Cresto-Dina, Marco Puxeddu.

DAVIDE LIBERTI(contrabbasso e basso elettrico). Ha completato il suo percorso formativo al Conservatorio di Torino, indirizzo jazz, con Furio Di Castri. Ha al suo attivo prestigiose collaborazioni con musicisti come Rosario Giuliani, Billy Cobham, Jay Azzolina, Ron Vincent, Christian Escoudè, Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, Alessandro Chiappetta, Paolo Porta, Luigi Tessarollo, Claudio Filippini, Tullio De Piscopo, Alessandro Minetto e molti altri. Numerose le partecipazioni a festivals e manifestazioni di livello internazionale (Clusone, Iseo Jazz Festival, Avigliana Jazz Festival, Viterbo Jazz Up, Cormons Jazz and Wine, Torino Fringe Festival, Taggia Jazz Festival, Palmi Jazz Festival, Acqui in Jazz, Roccella Jonica, Piano Jazz Festival Praga, Europa Fest Bucarest, fra le tante). Collabora stabilmente con il pianista Fabio Giachino, insieme al batterista Ruben Bellavia, e con il saxofonista Gianni Virone, insieme al batterista Mattia Barbieri. Ha inciso, fra gli altri, con il Trio di Fabio Giachino, con quello di Gianni Virone, con Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Silvia Cucchi, Luigi Tessarollo, Claudio Filippini. Insegna contrabbasso jazz e basso elettrico alla Scuola di alto perfezionamento musicale di Saluzzo.

PAOLO FRANCISCONE (batteria). Già allievo di Marco Volpe e Roberto Gatto, ha seguito diversi laboratori con Peter Erskine e Mal Waldron. Il suo stile musicale è radicato nella tradizione jazzistica e nel bebop, ma totalmente aperto a qualunque influenza contemporanea proveniente da culture e musiche diverse. Ha lavorato con musicisti come Mal Waldron, Norma Winstone, Drew Gress, Garrison Fewell, Amanda Carr, Barney Kessel, Jiggs Whigham, Audrey Morris, Gianluigi Trovesi, Flavio Boltro, Franco Cerri, Tiziana Ghiglioni, Claudio Fasoli, Gianni Coscia, Emanuele Cisi, Tino Tracanna, Gianni Basso, Fabrizio Bosso e molti altri. Si è esibito in manifestazioni e festivals tra cui Montreux Jazz Festival, Tokyo Jazz Festival, Béziers Mardi Graves Festival, Turin JVC Festival, Praha Jazz Festival, Tel Aviv Jazz Festival, Legnica Poland Miasto Festival, Torino Settembre Musica. Ha inciso, fra gli altri, con Amanda Carr, Emanuele Cisi, Luigi Martinale, Drew Gress, Gigi Di Gregorio, Fabrizio Bosso, Pietro Ballestrero, Massimiliano Rollf, Silvia Cucchi, Davide Liberti. Titolare del corso di batteria e di storia del Jazz presso il Centro Jazz Torino dal 1996 al 2012.

 

Info: Corrado Abbate – via Boucheron 14, 10122 Torino – cell. 347.4496605 corrado.abbate@fastwebnet.it – www.jazzcom.it