9 Marzo 2017

FULVIO ALBANO QUARTET

Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it

Il Fulvio Albano Quartet, di ritorno da un tour in Francia, a suggello di un gemellaggio del Jazz Club Torino con l’Hot Club de Lyon e l’organizzazione Jazz Education Network France, torna ad esibirsi sul nostro palco.

La formazione guidata da Fulvio Albano, fondatore del Jazz Club Torino e direttore della Torino Jazz Orchestra, porta un progetto intitolato “La dolce vita”, già proposto al pubblico francese. Si tratta di un percorso attraverso melodie di compositori italiani che sono entrate a far parte della storia del jazz internazionale.

Sax: FULVIO ALBANO

Pianoforte: FABIO GORLIER

Contrabbasso: ALDO ZUNINO

Batteria: ADAM PACHE

FULVIO ALBANO. L’attività artistica di Fulvio Albano comprende la partecipazione a numerosi festival jazz internazionali tra cui i principali sono: JVC Roma, JVC Torino, EBU Helsinki, Blues to Bop di Lugano, International Jazz Festival di Praga, European Jazz Festival di Hanoi e Ho Chi Minh City, Ciak Milano, Eurofestival Ivrea, Estival Jazz Lugano e la presenza in importanti rassegne musicali e sale quali Conservatorio di Milano e di Torino, Teatro Regio di Torino, Radio della Svizzera Italiana, Centro Cultural São Paulo do Brasil, Palácio das Artes di Belo Horizonte e in città come Berna, Lisbona, Coutances, Dubendorf, Brno, Sorrento, Bari, San Marino, Hong Kong, Macao. Ha collaborato stabilmente con la Rai e con il Teatro La Fenice di Venezia, e attualmente è direttore della Torino Jazz Orchestra. Ha suonato con musicisti del calibro di Gianni Basso, Dusko Gojkovic, Johnny Griffin, Ernie Wilkins, Alvin Queen, Tony Scott, Lee Konitz, Franco Cerri, Benny Bailey, Slide Hampton, Bob Mover, Jimmy Cobb, Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, New York Voices, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Phil Woods, Dee Dee Bridgewater, Uri Caine, Tom Harrell, Eliot Zigmund, Jerry Bergonzi, Gary Smulyan, Phil Harper, Terell Stafford, Bobby Watson e Scott Hamilton.